Cento anni tra i banchi del Gonzaga: festa in istituto con ex alunni e docenti 

L'evento si terrà il 29 novembre

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Venerdì 29 novembre, a partire dalle 17, nei locali del Gonzaga, in via Piersanti Mattarella 38/42, si svolgerà un evento che rientra fra gli appuntamenti in occasione del centenario dell’istituto. "Cento anni tra i banchi del Gonzaga" sarà l’incontro di tutti gli ex alunni, i docenti e i gesuiti in occasione dell’anniversario. Tutti coloro che vogliono partecipare sono invitati a registrarsi al più presto ad un link che è possibile trovare all'interno dell'omonimo evento Facebook

Un momento per condividere ricordi, aneddoti, storie di vita e passione, ma anche un’occasione per sognare il futuro e consegnare ai giovani radici e ali dell’impegno educativo della Compagnia di Gesù a Palermo. Un’occasione per fare memoria, ma anche per rivolgere lo sguardo verso il futuro. "Le scuole della Compagnia di Gesù in Sicilia – sottolinea padre Denora - sono nate da un sogno condiviso tra Gesuiti e forze laiche attive della società che volevano costruire un mondo migliore e per questo dare una buona educazione ai propri figli, convinti proprio che una buona educazione potesse essere la risposta migliore ai cambiamenti del mondo che stavano vivendo e alle sue sfide. Se ci guardiamo attorno oggi, è davvero tempo di investire nuovamente in educazione di fronte alle fratture e alle sfide del nostro tempo, ed è certamente tempo di rinnovare quel patto tra Gesuiti e forze attive della società per guardare un po’ più avanti… al futuro".

Il programma della giornata

In Auditorium l’incontro-testimonianza, aperto alla città, in cui numerosi ex alunni racconteranno la loro storia e come il percorso ignaziano ha influito nella professione e nel cammino personale. Introdurranno l’incontro «Una vita da Gonzaghino 2» padre Vitangelo Carlo Maria Denora, direttore generale dell’Istituto Gonzaga; l’avvocato Francesco Marcatajo, presidente dell’Associazione Ex alunni del Gonzaga; padre Damiano Pavone, ex alunno e rettore e oggi nella Comunità del Gonzaga; padre Jimmy Bartolo, presidente della Fondazione Gesuiti Educazione. A raccontare la propria storia, moderati dalla giornalista Milvia Averna, anche lei ex alunni del Gonzaga, saranno Nino Salerno, delegato alla internazionalizzazione di Sicindustria (diplomato nel 1970); Ignazio De Francisci, procuratore generale della Repubblica a Bologna (diplomato nel 1970); Fabrizio Micari, rettore dell’Università di Palermo (diplomato nel 1981); Giovanni Scalia, presidente di Scalia Group e CEO di Gesap (diplomato nel 1996); Mario Imburgia, visiting professor dell’Università di Siena (diplomato nel 1996); Eleonora Milazzo, ricercatrice dell’Università di Palermo (diplomata nel 2010). Seguiranno alle 19, sempre in Auditorium, un saluto di padre Gianni Notari presidente del Consiglio d’amministrazione del Gonzaga, e poi un momento di convivialità tra i partecipanti, che rivedranno gli spazi vissuti durante gli anni di scuola. Un incontro che si preannuncia ricco di emozioni, tra i padri gesuiti “storici”, i docenti che si sono avvicendati negli ultimi decenni e gli ex alunni di tutte le generazioni, tra cui molti volti noti. In mostra immagini e oggetti storici che ripercorrono la vita del Collegio dei gesuiti e della città nel corso di un secolo di storia. Durante la serata, nell’ottocentesca casina Whitaker, il nucleo originario dell’Istituto, verrà inaugurata l’istallazione “Il caso della stella” di Desideria Burgio, a cura di Maria Rosa Sossai, che si inserisce nel programma della BAM-Biennale Arcipelago Mediterraneo, incentrata sulle tematiche dell’accoglienza e del dialogo. L’opera mette insieme una comunità di bambine e bambini dell’istituto comprensivo Mattarella-Bonagia e del Gonzaga in grandi pannelli a forma di stella legati dal tema “Siamo tutte e tutti sotto lo stesso cielo”.

La storia del Collegio Gongaza 

Nel 1919 con la Casa della Compagnia di Gesù detta Collegio Gonzaga, riprendeva avvio la missione educativa dei Gesuiti a Palermo, le cui origini risalgono alla metà del Cinquecento, con il Collegio Massimo che sorgeva originariamente in corso Vittorio Emanuele. Dopo la soppressione dell’ordine e la sua ricostituzione veniva riaperto un collegio della Compagnia a Palermo, e proprio nell’ottobre del 1919, nella Villa Lisetta Whitaker, la parte più antica dell’odierno complesso di via Piersanti Mattarella, iniziavano le lezioni per i primi 37 studenti.

Articolo aggiornato alle ore 15.30 del 26 novembre


 

Torna su
PalermoToday è in caricamento