Cronaca

Cefalù, sequestrate barca e reti: comandante aggredito da famiglia di pescatori

Sono stati denunciati per violenza e minacce gravi e continuate a pubblici ufficiali. Qualche giorno dopo il primo "contatto" hanno incrociato i militari al porto di Presidiana continuando con le minacce. Disposto per loro l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

(foto archivio)

Non appena si sono visti sequestrare una rete per la pesca si sono scagliati contro un comandante della Guardia costiera, che se l’è cavata con una prognosi di 40 giorni. Nei guai un’intera famiglia di Cefalù, denunciata dalla polizia per violenza e minacce gravi e continuate a pubblici ufficiali. Notificata la misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.

La vicenda risale a qualche settimana fa (ma è stata resa nota solo oggi, ndr), durante il sequestro di un’imbarcazione e di una spadara da parte del personale dell’Ufficio marittimo di Cefalù. I pescatori, forse infastiditi dai controlli, si sono scagliati contro i militari con frasi offensive e minacciose. “In particolare è finito nel mirino - spiegano dalla Questura - un comandante che ha riportato un trauma contusivo”.

Una volta lanciato l’allarme sono intervenuti i poliziotti del commissariato Cefalù che, oltre a soccorrere gli uomini della guardia costiera, sono attivati per ricostruire la dinamica dei fatti. Lo scontro, però, non si è concluso quel giorno. “Nei giorni successivi - continuano dalla Questura - alcuni componenti del nucleo familiare, incrociando al porto i responsabili dell’Ufficio marittimo, hanno continuato con le loro condotte aggressive e ingiuriose”.

Anche il secondo episodio è stato inserito nel corposo rapporto firmato dai poliziotti di Cefalù e inoltrato alla Procura della Repubblica di Termini Imerese che, su richiesta del gip, ha applicato a tutti i responsabili (alcuni dei quali con precedenti penali analoghi) la misura dell’obbligo di presentazione. A maggio gli uomini della Capitaneria di porto hanno multato i proprietari di nove imbarcazioni e sequestrato le loro reti nei porti di Cefalù e dell’Arenella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cefalù, sequestrate barca e reti: comandante aggredito da famiglia di pescatori

PalermoToday è in caricamento