Cronaca Cefalù

Aprono il furgone e trovano 140 chili di "neonata": multa di 12 mila euro

Operazione della guardia costiera a Cefalù (e non solo). Il prodotto sequestrato, che è stato ritenuto commestibile, sarà devoluto in beneficenza all’istituto cappuccini frati minori di Palermo

La "neonata" sequestrata

Dieci unità da pesca e nove furgoni isotermici controllati, 140 chili di "neonata" sequestrati. E' il bilancio del maxi intervento della guardia costiera palermitana nelle acque di Termini Imerese, Campofelice di Roccella e Cefalù. Si tratta di un'operazione - avvenuta stamattina -  nell'ambito delle attività di contrasto alla pesca illegale di novellame di sarda da parte.

A Cefalù - dentro un furgone - sono stati rinvenuti circa 140 chili di "neonata" che era stata pescata in violazione della normativa nazionale. La sanzione amministrativa elevata a carico del trasportatore ammonta a 12.000 euro. Il prodotto sequestrato, che è stato controllato e ritenuto commestibile dal distretto veterinario dell’Asl di Cefalù, sarà devoluto in beneficenza all’istituto cappuccini frati minori di Palermo.

"La guardia costiera di Palermo - spiegano dalla capitaneria di porto - continuerà nei prossimi giorni a pattugliare via mare e via terra le zone interessate da questo fenomeno con azioni  volte a prevenire e reprimere le violazioni a danno dell’ambiente marino e delle sue risorse". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aprono il furgone e trovano 140 chili di "neonata": multa di 12 mila euro

PalermoToday è in caricamento