Cronaca

Giallo in mare al largo di Cefalù, recuperato un corpo decapitato

Il cadavere senza testa avvistato da un pescatore. Due settimane fa lo stesso ritrovamento è stato fatto a Ustica. Si ipotizza che i due possano essere clandestini caduti in mare dal traghetto che ha perso 12 tir

Il traghetto proveniente da Livorno che ha perso i tir

Indagini aperte dopo il ritrovamento ieri, al largo di Cefalù, di un cadavere senza testa. Il corpo è stato avvistato da un pescatore che ha allertato la Capitaneria di porto la quale ha proceduto al recupero. Il cadavere decapitato è stato poi trasferito nell'istituto di Medicina legale del Policlinico.
Un rinvenimento che ricorda quello recente di un altro corpo nelle stesse condizioni recuperato a Ustica, sulla scogliera di Punta Spalmatore.

Un doppio giallo rispetto al quale si ipotizza un movente possibile: che i due siano dei clandestini caduti in mare, insieme a una dozzina di tir, da una nave investita il 9 dicembre, al largo di Palermo, da un'onda anomala. La violenza dell'impatto e le eliche potrebbero avere prodotto le terribili mutilazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo in mare al largo di Cefalù, recuperato un corpo decapitato

PalermoToday è in caricamento