Cefalù, riapre il museo Mandralisca: ingressi a gruppi di 10 e obbligo di mascherine

Ai visitatori sarà rilevata la temperatura. Il Cda: "Abbiamo predisposto tutte le misure di sicurezza. Nella sala 'Antonello' si entrerà due per volta". Prevista la possibilità di prenotazione

Dopo tre mesi di chiusura per l'emergenza Coronavirus, oggi riapre al pubblico anche il museo Mandralisca di Cefalù. All'ingresso, ai visitatori sarà rilevata la temperatura. Sarà obbligatorio indossare mascherine e guanti o detergere le mani con gel igienizzante.

"Abbiamo predisposto tutte le misure di sicurezza: gli ingressi saranno consentiti 10 persone alla volta mantenendo la distanza di almeno un metro. Nella sala 'Antonello' dove è esposto il celebre 'Ritratto d'uomo' di Antonello da Messina è previsto l'accesso di 2 persone per volta. La visita avverrà secondo un percorso prestabilito indicato dal nostro personale", fa sapere il Cda del Mandralisca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prevista la possibilità di prenotare in anticipo, sia per le coppie o piccoli e grandi gruppi. Basta inviare una mail a info@fondazionemandralisca.it o telefonare allo 0921-421547. Il museo è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Sedici anni senza la voce sublime di Giuni Russo, ma a Palermo neanche una via per ricordarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento