rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca Cefalù

Cefalù, aiuti alle persone in difficoltà: via al servizio di Pronto intervento sociale

Si tratta di un servizio finanziato con oltre centomila euro dal Fondo sociale europeo che consentirà di aiutare famiglie e persone in difficoltà, per 365 giorni e h24, in stato d’emergenza per mancanza di cure e cibo

Aiuti alle famiglie in difficoltà per rischi connessi alla povertà e situazioni di disagio o emarginazione sociale con necessari interventi per l’incolumità delle persone. Con questi presupposti e per fronteggiare emergenze sociali del genere, a Cefalù e negli altri comuni del Distretto Sanitario 33 (ne fanno parte Campofelice di Roccella, Castelbuono, Collesano, Gratteri, Isnello, Lascari, Pollina e San Mauro Castelverde) è nato il servizio di “Pronto intervento sociale”.

Si tratta di un servizio finanziato con oltre centomila euro dal Fondo sociale europeo che consentirà di aiutare famiglie e persone in difficoltà, per 365 giorni e h24, in stato d’emergenza per mancanza di cure, cibo o altre circostanze della vita quotidiana dei cittadini che insorgono repentinamente e producono bisogni non differibili, in forma acuta e grave, a cui è necessario dare una risposta immediata e tempestiva in modo qualificato, con un servizio specificatamente dedicato. Il progetto è stato avviato grazie al lavoro di co-progettazione tra il Comune capofila di Cefalù e le cooperative sociali Amanthea, Iside e Nuova Generazione.

Il Pronto intervento, a supporto dei servizi sociali territoriali, opera in maniera integrata con tutti gli enti territoriali deputati, ed in particolare con i servizi sanitari, forze dell’ordine ed enti del terzo settore, al fine di realizzare un progetto di aiuto.

Ampio il campo d’azione ed il target: il Pronto intervento si rivolge infatti a minori, donne vittime di violenza, persone non autosufficienti o adulti in difficoltà, ecc., occupandosi anche dell’erogazione di beni di prima necessità, quali prodotti alimentari, di igiene e di abbigliamento. Provvedendo inoltre, a soluzioni alloggiative, mediante erogazioni di buoni con enti ed esercizi del territorio convenzionati e/o con risorse economiche disponibili, nonché attraverso l’utilizzo di locali debitamente messi a disposizione. Ad aiutare i soggetti ci saranno assistenti sociali, psicologi e operatori specifici. Sarà possibile contattare il servizio al seguente numero di telefono: 377 3677802 e/ o tramite indirizzo e- mail: prinsdistretto33@gmail.com  o mediante indirizzo pec: prinsdistretto33@docucert.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cefalù, aiuti alle persone in difficoltà: via al servizio di Pronto intervento sociale

PalermoToday è in caricamento