"Non esponeva i prezzi dei prodotti", multato titolare di un panificio a Cefalù

A contestare la violazione del Codice del consumo sono stati i militari della guardia di finanza nell'ambito dei controlli per garantire l'osservanza delle norme legate all'emergenza Covid-19

Nel suo panificio non aveva esposto, in modo chiaro, i prezzi dei prodotti. Per questo motivo il gestore dell'esercizio commerciale, a Cefalù, è stato multato dalla guardia di finanza (non è stato reso noto il nome ndr). L'accertamento è scattato nell'ambito dei servizi di controllo del territorio tesi a garantire l’osservanza della normativa in materia di prezzi e sicurezza prodotti connessi alla grave emergenza epidemiologica da Covid-19.

In particolare le fiamme gialle, dopo aver effettuato l’accesso nel locale, hanno constatato "che il titolare del panificio non esponeva i prezzi di vendita al pubblico dei prodotti in violazione alla disciplina sui prezzi che prevede espressamente l’obbligo in tutti gli esercizi di vendita di indicare in modo chiaro, univoco e chiaramente leggibile il prezzo di vendita nonché il prezzo per unità di misura tutte le merci esposte al pubblico (ad esclusione dei prodotti in cui il prezzo sia stato già impresso direttamente dal produttore in maniera chiara e con caratteri ben leggibili)". Il titolare dell’attività è stato segnalato al sindaco per l’irrogazione della sanzione amministrativa, da 516 a 3.098 euro.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento