Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Sorpreso mentre coltiva marijuana in un rudere, arrestato palermitano a Cefalù

In manette un uomo di 31 anni con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. I carabinieri lo hanno inchiodato dopo vari giorni di appostamento

I carabinieri lo hanno inchiodato dopo vari giorni di appostamento "nella fitta vegetazione". In manette, a Cefalù, con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, è finito un palermitano di 31 anni. I carabinieri sono intervenuti ieri pomeriggio in contrada “Picciolo”, sorprendendo l'uomo mentre coltivava sette piantine di varia altezza. Le piante erano nascoste all’interno di un rudere in ristrutturazione vicino all'abitazione del trentunenne. L'uomo - che non ha saputo fornire spiegazioni in merito al materiale ritrovato - è stato portato negli uffici del comando dei carabinieri e successivamente arrestato. Dopo la convalida del provvedimento, a seguito del giudizio direttissimo nel Tribunale di Termini Imerese, il palermitano è stato rimesso in libertà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso mentre coltiva marijuana in un rudere, arrestato palermitano a Cefalù

PalermoToday è in caricamento