rotate-mobile
Cronaca Cefalù

Cefalù, aggiudicato l'appalto per lo stadio Santa Barbara: spogliatoi più grandi e campo in erba sintetica

L'importo complessivo delle opere ammonta a 1,7 milioni di euro. Di questi 1,2 sono già stati garantiti dalla Cassa depositi e prestiti mediante un mutuo, la restante parte verrà coperta dall’avanzo d’amministrazione. Il sindaco: "Un grande investimento per la città e i giovani"

Il Comune di Cefalù ha appaltato la "sistemazione per la messa a norma, completamento e recupero del campo sportivo Santa Barbara, compresa la realizzazione del manto erboso in materiale sintetico".

Dopo l’aggiudicazione della gara, assegnata alla ditta Girosa costruzioni srl di Partinico potrà iniziare l’iter per i lavori dell’impianto sportivo più importante della città. L’importo complessivo delle opere ammonta a 1,7 milioni di euro. Di questi: 1,2 sono già stati garantiti dalla Cassa depositi e prestiti mediante un mutuo mentre la restante parte verrà coperta dall’avanzo d’amministrazione.

I lavori consentiranno di ampliare gli spogliatoi secondo le nuove normative, di riammodernare e riqualificare gli impianti, di ristrutturare le tribune così come l’illuminazione e la recinzione e di avere un manto erboso sintetico di lunga durata. A lavori ultimati lo stadio avrà una capienza di circa 2 mila spettatori.

"Lo stadio Santa Barbara - afferma il sindaco Daniele Tumminello - potrà finalmente essere restituito alla piena funzionalità e adeguato sia per i giocatori, grazie al nuovo manto erboso e ai servizi, sia per gli spettatori. Quello sullo stadio è un grande investimento della città, volto a promuovere lo sport, le associazioni e le società sportive che si impegnano per favorire la crescita sana dei ragazzi, con l’ambizione di divenire un luogo sede anche di eventi e manifestazioni di richiamo che possano pienamente valorizzare la struttura riammodernata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cefalù, aggiudicato l'appalto per lo stadio Santa Barbara: spogliatoi più grandi e campo in erba sintetica

PalermoToday è in caricamento