rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Cefalù

Cefalù è ancora senz'acqua potabile: "Situazione da terzo mondo"

L'azienda che si occupava della potabilizzazione ha rinunciato all'incarico e il Comune non ha sopperito a questa mancanza. Federconsumatori lancia un appello alla Regione: "Faccia chiarezza su chi abbia la competenza"

"A Cefalù, da metà agosto, manca l'acqua potabile". A denunciare il disagio è Federconsumatori. "Il servizio - spiega l'associazione - è stato interrotto dall'azienda privata che se ne occupava e il Comune di Cefalù non sembra intenzionato a sopperire a questa mancanza. Regione e Comune avviino un confronto con le associazioni locali per definire misure che da subito garantiscano l’approvvigionamento di acqua potabile ai cittadini, alle famiglie e alle attività commerciali e ricettive".

Quella che i cittadini stanno vivendo, per l'associazione è "una situazione da terzo mondo che oltre ai gravi disagi economici e organizzativi per le famiglie e per le attività che si svolgono nelle città, può divenire un disincentivo per i tanti turisti, parte non secondaria dell’economia della città".

Federconsumatori ha già lanciato diversi appelli alle istituzioni, per il momento rimasti inascoltati: "Non vorremmo, come spesso avviene in questo nostro Paese, che si intervenga solo a fronte di un qualche ulteriore accadimento particolarmente grave". Per evitare che questo possa accadere il presidente regionale dell'associazione Alfio La Rosa chiede alla Regione si interventire: "L'accesso all'acqua potabile è un diritto inalienabile e, per di più, un prerequisito essenziale affinché ogni edificio pubblico, privato e commerciale sia abitabile o utilizzabile per il suo scopo. la Regione faccia chiarezza, definitivamente, su chi abbia la competenza in merito alla potabilizzazione dell'acqua a Cefalù".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cefalù è ancora senz'acqua potabile: "Situazione da terzo mondo"

PalermoToday è in caricamento