Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Vittorio Emanuele

Telone pubblicitario in Cattedrale, sul web c’è chi storce il naso

Iniziati i lavori di ristrutturazione della Chiesa minacciata dalle infiltrazioni di acqua piovana. Al restauro stanno partecipando alcuni sponsor privati. Prime proteste su Facebook: "Potevano scegliere un periodo in cui c'erano meno turisti"

Insegna pubblicitaria alla Cattedrale - foto Giovanni Villino

Il fine giustifica i mezzi? Non per tutti. L’immenso telone pubblicitario comparso sulla facciata della Cattedrale in fase di ristrutturazione ha fatto storcere il naso a diversi palermitani. Che non hanno gradito questo miscuglio tra sacro e profano.

Come sempre le prime “proteste” corrono attraverso i social network. Facebook su tutti. "Passando davanti alla cattedrale di Palermo - scrive il giornalista Giovanni Villino (autore della foto in alto) trovo un enorme manifesto pubblicitario. Proprio sul prospetto. Mi indigno e mi vergogno. Oggi è la festa di Santa Rosalia e questo pugno nell'occhio fa male. Tanto male".

“Già non si poteva vedere il ponte allestito, adesso ci mancava solo la pubblicità!”, commenta Simona Chiavetta. Secondo Alessandro Fontana si poteva aspettare la fine dell’estate. “Stamattina passando da lì sono rimasto praticamente inorridito – scrive - ma se questi soldi servono per restaurare la Cattedrale ben venga. Il problema vero? Il tempismo. Potevano scegliere un periodo di totale assenza di turisti”. C’è invece chi punta il dito contro la scelta dei colori. “Esperti della comunicazione – afferma Mar Can - potrebbero fare di meglio perché questo coso nero su una chiesa danneggia principalmente il brand”. Su PalermoToday invece c'è chi fa notare che "ovunque i teloni protettivi riprendono la facciata del monumento e il logo dell'azienda sotto".

L’intervento di ristrutturazione si è reso necessario perché le infiltrazioni di acqua piovana minacciano la Chiesa. Così per fermare il degrado progressivo del portico meridionale hanno preso il via i lavori della Curia. A rischio infatti ci sono importanti decorazioni, venute alla luce 20 anni fa. Il restauro inizialmente sarà parziale e interesserà metà del portico e sarà possibile grazie all’intervento di alcuni sponsor privati. Il restauro complessivo della Cattedrale costerebbe almeno 9 milioni di euro, cifra difficile da reperire in tempi di tagli e crisi economica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telone pubblicitario in Cattedrale, sul web c’è chi storce il naso

PalermoToday è in caricamento