Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Cattedrale, altolà del Comune: il telone pubblicitario sarà rimosso

A ora di cena due tweet di Fastweb tingono di giallo la vicenda: "Non abbiamo mai acquistato quello spazio". Dopo le polemiche interviene Palazzo delle Aquile che ha intimato alla concessionaria inadempiente di eliminare il cartellone

Foto Giovanni Villino

Una vicenda che diventa sempre più strana. Il telone pubblicitario giallo che "impalla" la Cattedrale sarà rimosso entro oggi. Dopo le mille polemiche scoppiate ieri arriva l'altolà del Comune. Ma sono i due tweet di Fastweb a tingere di giallo la vicenda, a ora di cena: "In merito all’affissione con la pubblicità Fastweb, Fastweb precisa che non ha mai acquistato quello spazio. Ed è stato intimato alla concessionaria inadempiente di rimuovere l`impianto pubblicitario entro domani (cioè oggi)".

Poco prima l'assessore comunale alle Attività produttive Marco Di Marco, di concerto con il sindaco, aveva chiesto agli uffici competenti una urgente relazione di verifica sulla legittimità degli impianti pubblicitari realizzati sulla facciata della Cattedrale, disponendo "l'immediata revoca di eventuali autorizzazioni rilasciate in violazione del Regolamento comunale e/o prive del Nulla Osta della Sovrintendenza per i beni culturali".

Il maxicartello, collocato con grande disinvoltura sulla facciata, impalla parte della visuale e ha fatto storcere il naso a diversi palermitani. In Cattedrale sono appena iniziati gli interventi di ristrutturazione, resi necessarii perché le infiltrazioni di acqua piovana minacciano la Chiesa. Così per fermare il degrado progressivo del portico meridionale hanno preso il via i lavori della Curia. A rischio infatti ci sono importanti decorazioni, venute alla luce 20 anni fa. Il restauro inizialmente sarà parziale e interesserà metà del portico e sarà possibile grazie all’intervento di alcuni sponsor privati. Il restauro complessivo della Cattedrale costerebbe almeno 9 milioni di euro.

Rincara la dose anche l'assessore alla Cultura Francesco Giambrone: "Proprio in questi giorni in cui siamo impegnati nel recupero del decoro di tutti i monumenti cittadini  è importante che non vi siano utilizzi non avallati dalle autorità competenti in materia di tutela dei beni monumentali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cattedrale, altolà del Comune: il telone pubblicitario sarà rimosso

PalermoToday è in caricamento