"Dividiamo il cibo con chi non ne ha", in Cattedrale pranzo per 250 bisognosi

Sarà presente l'arcivescovo Corrado Lorefice. Parteciperanno all'iniziativa le persone assistite dalla Cattedrale, dalla Caritas Diocesana, dalle Suore Bocconiste di piazza S.Marco, dalle Suore Vincenziane, dal centro salesiano S.Chiara e dall'ufficio Migrantes

Dopo l'esperienza vissuta per la festa di San Giuseppe del 2015 e il pranzo di Capodanno del 2016, la Cattedrale ripete l’esperienza di offrire, il prossimo 7 gennaio il pranzo a 250 persone, tra uomini e donne, meno fortunate. I tavoli saranno preparati dentro la Cattedrale. “La Cattedrale è la casa di Dio – spiega il parroco Don Filippo Sarullo - dove si svolgono le celebrazioni, e rimane casa di Dio anche quando vi si incontrano i poveri, i prediletti del Signore”.

"Questo gesto di solidarietà - si legge in una nota - non rimane isolato per la Caritas della Cattedrale perché servire i poveri e gli ultimi è un’opera concreta di misericordia corporale che coinvolge e vede impegnati quotidianamente i suoi volontari. Nel territorio della Cattedrale sono presenti tanti casi di povertà verso i quali si interviene anzitutto con l’attenzione alla persona e attraverso aiuti concreti: viveri, farmaci, pagamento di utenze, di affitti, di ticket sanitari e tanto altro. Il bilancio della Caritas, che non si rende noto perché 'non sappia la tua sinistra quel  che fa la destra' (Matteo 6,3), è motivo di orgoglio e soddisfazione per il parroco e per gli operatori pastorali. Il parroco, per l'organizzazione, è coadiuvato dall'associazione culturale polizia municipale, presieduta da Sergio Quartana, dall’associazione LeAli della Protezione civile, presieduta da Aldo Melilli, dalla Caritas parrocchiale e da altri volontari".

Il pranzo sarà presente l'arcivescovo Corrado Lorefice. I volontari che serviranno ai tavoli indosseranno una maglietta con una frase del beato Pino Puglisi: “Signore, fa che condividiamo il cibo con i fratelli che non ne hanno”.  All'iniziativa parteciperanno le persone assistite dalla Cattedrale, dalla Caritas Diocesana, dalle suore bocconiste di piazza S. Marco, dalle Suore Vincenziane di piazza Bellini, dal Centro salesiano S. Chiara e dall’ufficio diocesano Migrantes. Il pranzo sarà reso più “dolce” dalla presenza di Nicola Fiasconaro che condividerà con i commensali un panettone dal peso di 15 chili. Al termine donerà a tutti un panettone.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento