rotate-mobile
Cronaca Montepellegrino

"Il Castello Utveggio va salvato", flash mob a Palazzo d'Orleans

Alcuni cittadini sono scesi in piazza per denunciare lo stato di abbandono in cui versa il gioiello di proprietà della Regione e chiedere a quest'ultima di intervenire per mettere fine ai saccheggi

Flash mob ieri pomeriggio davanti a Palazzo d'Orleans per salvare il Castello Utveggio. Uno dei luoghi simbolo della città, di proprietà della Regione Siciliana, è abbandonato al degrado e una trentina di cittadini hanno deciso di scendere in campo per difenderlo dall'incuria. "La struttura - denunciano gli organizzatori della protesta - è ostaggio di saccheggi e devastazioni. Chiediamo un intervento immediato”. I cittadini non sono i primi a prendere posizione sull'argomento.

La settimana scorsa Michele Anzaldi, deputato del Partito democratico, palermitano ha rivolto un appello direttamente a Roma: "Il Castello Utveggio è una struttura splendida che è in pieno degrado - ha detto -. La Capitale italiana della Cultura 2018 non merita una ferita del genere. Il Governo valuti se non sia opportuno istituire un apposito tavolo istituzionale che coinvolga Regione e Comune di Palermo al fine di predisporre un piano di recupero della struttura". 

Anche il sindaco Orlando ha invitato la Regione a riaprire la struttura: "Potrebbe essere una grande risorsa a servizio della città di Palermo e a servizio di tutte la Regione. Non è pensabile che la Regione non si faccia parte attiva nel realizzare percorsi di formazione dei dipendenti pubblici, siano essi degli Enti locali o della stessa Amministrazione comunale. Anche a questo, ma non solo a questo, potrebbe tornare ad essere destinato il Castello. Da gennaio, il Comune di Palermo ha mostrato la propria disponibilità a prendersi carico della gestione ed uso del Castello Utveggio. Purtroppo, da gennaio quella nostra disponibilità è rimasta inascoltata. Speriamo che, anche in questo, si registri un cambio di rotta".

L'amore per il Castello ha fatto sì che architetti, economisti, docenti e giudici si siano riuniti in un'associazione promossa da Adelfio Elio Cardinale, ex presidente del Cerisdi, medico e docente universitario. L'obiettivo di "Salviamo Castello Utveggio" è porre fine al degrado, nel quadro più generale di un rilancio del patrimonio artistico, della cultura, dell'alta formazione e dell'ambiente naturale di Palermo e della Sicilia. "Mi rendo conto - dice Cardinale - che è un'impresa non facile, ma sarebbe un delitto perdere uno dei simboli della città: è come la Lanterna di Genova, la Torre pendente di Pisa, ha una storia con delle unicità; ma è una struttura in degrado e non merita di essere abbandonata. La sera era illuminata ed era come una specie di corona messa su Monte Pellegrino, per Goethe il più bel promontorio del mondo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Castello Utveggio va salvato", flash mob a Palazzo d'Orleans

PalermoToday è in caricamento