menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lidia Napoli e Rosa Mazza

Lidia Napoli e Rosa Mazza

Sonnifero dopo il sesso a pagamento, pensionato derubato: due arresti

Brutto risveglio per un pensionato 69enne di Castelbuono. La donna, contattata grazie a "un'amica", gli ha svuotato la cassaforte portando via un orologio, contanti, due fucili e una carabina. I carabinieri hanno fermato una 40enne e una 34enne

Brutto risveglio per un pensionato 69enne di Castelbuono, derubato da una donna nella sua abitazione dopo una notte di "sesso a pagamento". La donna, grazie alle indicazioni di una complice che ben conosceva la casa dell'anziano, lo avrebbe prima addormentato per poi svuotargli la cassaforte. All’alba di oggi i carabinieri del nucleo operativo di Cefalù hanno arrestato Lidia Napoli, 40enne, e Rosa Mazza, 34enne, entrambe palermitane domiciliate a Bagheria. Le due devono rispondere della rapina perpetrata ai danni del pensionato.

I fatti risalgono alla notte tra l'1 e il 2 ottobre. La mattina dopo l'anziano va dai carabinieri e denuncia il furto. Non fornisce però il nome della donna che lo avrebbe compiuto. Le forze dell'ordine si recano quindi nella casa del 69enne per un sopralluogo e capiscono immediatamente che il modus operandi della ladra è sicuro e deciso, troppo per essere solo una sconosciuta. La donna in pochi minuti - secondo quanto ricostruito dai carabinieri - si appropria della chiave della cassaforte, seppur ben nascosta e la svuota. Porta via un orologio da donna in oro bianco, 3.500 euro in contanti, un fucile marca Carl Gustav Stads, una carabina Winchester, un fucile a pompa Wossberg Combo ed una pistola giocattolo. Decide poi di fuggire con l’automobile dell'anziano e col suo cellulare, per evitare che si possa risalire al suo numero di telefono e con la certezza di ritardare, così facendo, la sua identificazione.

A questo punto l’anziano, dopo una serie di tentennamenti, decide di confessare ai carabinieri come sono andate le cose: si sarebbe incontrato con Lidia Napoli, alla stazione ferroviaria. I due sarebbero poi andati a casa del pensionato. Lì avrebbero avuto rapporti sessuali a pagamento. Solo dopo la donna avrebbe somministrato del sonnifero al 69enne per potergli svaligiare la casa seguendo le istruzioni della complice Rosa Mazza. Le due al momento si trovano ai domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento