menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inserisce foto di ragazze su una chat erotica: dovrà scontare 8 mesi ai servizi sociali

Un blogger chiamato "teutonico" avrebbe messo alcune immagini (a volte anche fotomontaggi hot) di decine di giovani di Castelbuono su un sito a luci rosse. Poi la valanga la denunce per un 34enne

Tutto è nato da una "innocente" riceca sul web, ed è così che alcuni giovani hanno trovato le foto di loro coetanee in una chat erotica. Ma le ragazze non ne sapevano nulla. A Castelbuono sono state così presentate decine di denunce (contro ignoti) ai carabinieri per violazione della privacy e furto di immagine. A distanza di tempo l'uomo - che avrebbe inserito in un blog diverse fotografie, tra fotoritocchi e immagini più o meno caste, di tante ragazze del paese madonita - è stato riconosciuto e adesso dovrà scontare otto mesi di prova ai servizi sociali. E' quello che ha stabilito il Tribunale di Termini Imerese nei confronti di un uomo di 34 anni.

Il processo è stato sospeso poiché è stato riconosciuto il beneficio della messa alla prova cui seguirà l’estinzione del reato in caso di esito positivo (esattamente come prescrivono gli articoli 168 bis e 169 ter del codice di procedura penale).

Il caso scoppia nel febbraio del 2014. Le immagini pubblicate su internet riportano costantemente un nickname, "Teutonico". Così si firma l'autore del misfatto. Nelle strette viuzze corre la voce e l'imbarazzo aumenta. Qualcuno si offre di contattare il webmaster per procedere alla rimozione delle immagini, qualcun altro per continuare a ricercare sulla rete altre foto rubate. Sono molte, infatti, le immagini che si possono trovare facendo una semplice ricerca attraverso i motori di ricerca.

Lunghe file di ragazze, genitori e fidanzati si presentano al comando dei carabinieri che raccolgono numerose denunce. Poi le indagini della polizia postale che mettono insieme decine e decine di segnalazioni e poi inchiodano il trentaquattrenne, attraverso il cosiddetto l'indirizzo Ip, un codice identificativo del collegamento ad internet che ha permesso di risalire all'identità del responsabile. Il blogger dovrà svolgere un lavoro di pubblica utilità consistente in una prestazione gratuita in favore della collettività per tre volte alla settimana (per otto mesi) presso un'associazione che si occupa di rifiuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento