Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Cassa integrazione, il caso: "Paradossale il bonus da 10 euro a pratica per gli impiegati regionali"

L'accusa di Pippo Foti, coordinatore regionale della Rete per la Legalità Sicilia: "Il ritardo del mancato pagamento della cassa integrazione di 130 mila siciliani è dovuto a un vero e proprio mercato"

“Il ritardo del mancato pagamento della cassa integrazione di 130 mila siciliani è dovuto a un vero e proprio mercato: gli impiegati della Regione Siciliana, sostenuti dai sindacati, per inviare la necessaria documentazione all’Inps, pretendono, un bonus di 10 euro a pratica”. Lo afferma Pippo Foti, coordinatore regionale della Rete per la Legalità Sicilia, a nome dei coordinamento provinciale della stessa Rete.

“Il disagio sociale ed economico di questo periodo e il sistema bancario, stanno soffocando le imprese, alimentando sempre più il fenomeno dell’usura. Molte famiglie sono ai limiti della miseria: si vedono file lunghissime di persone, davanti ai Compro Oro, Banco dei Pegni; gli imprenditori, con le proprie attività, ancora chiuse, si stanno indebitando sempre più, per anticipare ai propri dipendenti la cassa integrazione, per pagare bollette, affitti…E’ inammissibile - prosegue Foti -  che, in questa tragica situazione sociale che sta attraversando il nostro Paese, gli impiegati regionali pretendono un Bonus! Non so chi sia il responsabile di questa “idea”…, in altre regioni italiane, i soldi ai lavoratori sono già arrivati, mentre per noi siciliani rimane solo la solita burocrazia, e la speculazione sociale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassa integrazione, il caso: "Paradossale il bonus da 10 euro a pratica per gli impiegati regionali"

PalermoToday è in caricamento