Caos Procure, difesa Palamara chiede la testimonianza di Francesco Lo Voi

L'avvocato Stefano Giaime Guizzi in vista dell'udienza del processo disciplinate che si terrà il 21 luglio, ha inviato alla sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura un elenco di 133 testimoni

Francesco Lo Voi

"L'assoluta correttezza dei rapporti all'interno della Procura di Roma" tra Luca Palamara e l'ex procuratore Giuseppe Pignatone, nonché con l'aggiunto Paolo Ielo. E' uno dei punti sostenuti dalla difesa di Luca Palamara , l'avvocato Stefano Giaime Guizzi, che, in vista dell'udienza del processo disciplinate che si terrà il 21 luglio, ha inviato alla sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura un elenco di 133 testimoni con la richiesta che siano ascoltati in relazione ai vari capi di incolpazione formulati a carico di Palamara dalla Procura generale della Cassazione, in uno dei quali si ritiene Palamara responsabile "di aver tenuto un comportamento gravemente scorretto nei confronti del dottor Giuseppe Pignatone e del dottor Paolo Ielo".

Il legale richiama "la sussistenza della costante attenzione del dottor Paiamara a tutte le problematiche dell'ufficio della Procura di Roma" e le sue "frequentazione amicale al di fuori dell'ufficio". Su questo punto il legale chiede la testimonianza dell'ex ministro della Difesa Roberta Pinotti e di Francesco Lo Voi, procuratore di Palermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Utile come un termometro, aiuta a scoprire le polmoniti: perché comprare un saturimetro

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

Torna su
PalermoToday è in caricamento