L'Ugl contro ex sindacalista Geraci: "Non l'abbiamo silurato, solo menzogne"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"La nuova sortita a mezzo stampa dell'ex dirigente sindacale palermitano della Ugl sicurezza civile, Fabrizio Geraci, non fa altro che confermare la linea da noi condotta, nel togliergli la fiducia accordata a suo tempo quando fu nominato reggente della federazione palermitana". Lo dichiarano il segretario nazionale di comparto Enrico Doddi ed il segretario regionale Giovanni Vitale, che evidenziano come non ci sia mai stato un "siluramento" nei confronti dello stesso Geraci che, invece, a causa di una serie di comportamenti non conforme alle linee dettate rispettivamente dalla segreteria Regionale  e da quella nazionale, è stato sostituito nella carica continuando comunque a rimanere componente di segreteria. "Ricordiamo che Geraci non è stato eletto da alcun congresso, ma nominato da noi che in lui avevamo riposto la fiducia e, pertanto, ha avuto la possibilità di giocarsi le sue carte dimostrando di essere in grado di ricoprire quel delicato ruolo. Purtroppo non ne è stato capace ed era nostro dovere, dopo comunque ripetuti richiami all'ordine, provvedere a sostituirlo. Se poi per sua volontà - continuano Doddi e Vitale - ha deciso di lasciare il nostro sindacato per aderire ad un'altra organizzazione sindacale, non è certo colpa nostra. Però onestà intellettuale vorrebbe che, in casi del genere, vengano evitate menzogne gratuite atte a screditare la Ugl dove il dirigente è arrivato insieme a circa cinquanta iscritti con l'incarico di responsabile sindacale e, una volta andato via, ha provocato la cancellazione degli  stessi oltre alcuni lavoratori che, subito dopo sono rientrati, di nuovo nei nostri ranghi. Nulla a che vedere con le cifre da lui sbandierate, così come l'affermazione sui licenziamenti impugnati dovuti alla procedura di mobilità chiusa il 17 novembre 2015 con verbale negativo da questa organizzazione su direttiva del segretario nazionale, prima ancora che il signor Geraci ricoprisse il mandato di reggente. In ordine a quanto dichiarato dall'ex Ugl in merito all'appartenenza lavorativa del segretario nazionale alla Ksm, vero è che Doddi lavora nell'istituto di vigilanza Ivri ma è anche verità il fatto che vi lavora ancor prima dell'arrivo di Basile. Su quest'ultima esposizione stiamo valutando l'opportunità di sporgere querela nei confronti del dichiarante che, oltretutto, non può addossare nessuna colpa alla Ugl sicurezza civile in relazione alla sua vicenda lavorativa (che comunque apprendiamo con dispiacere), anche perchè tutto si è svolto nel periodo in cui il sindacalista ha deciso di abbandonare volontariamente la nostra sigla per approdare in un altro sindacato. Pertanto riteniamo strumentali e gratuiti gli attacchi del signor Geraci nei confronti di questa organizzazione sindacale che sicuramente ha fatto l'errore di averlo provato a far emergere e valorizzare".

Torna su
PalermoToday è in caricamento