menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incubo ruspe a Ciaculli, arriva Orlando: "La casa, la sanatoria e le promesse impossibili"

Petizione per "salvare" gli abusi edilizi, il sindaco "chiude" la porta: "Voglio sperare che dietro non ci sia qualche candidato consigliere comunale o di circoscrizione, elettori presi in giro"

Orlando fa tappa a Ciaculli per incontrare i residenti e "scopre" l'iniziativa di alcuni cittadini del quartiere e di Cruillas appartenenti "ad un fantomatico Comitato per la casa" che nei giorni scorsi ha avviato una petizione con la quale sarebbe richiesta una "sanatoria" per le case e gli abusi edilizi e contro gli interventi esecutivi delle sentenze della magistratura. "Voglio sperare - ha detto Orlando - che dietro a questo fantomatico "Comitato" che organizza fantomatiche petizioni non ci sia qualche candidato consigliere comunale o di circoscrizione perché saremmo di fronte ad un evidente tentativo di prendere in giro gli elettori - perché nessun sindaco ha il potere di fare alcuna sanatoria e qualunque sindaco ha l'obbligo legale di dare esecuzione alle sentenze - e soprattutto perché ancora una volta sul tema della casa si tentano facili speculazioni e ci si avventura su un terreno di bugie e promesse impossibili".

Orlando ha poi ricordato che proprio pochi giorni fa, con l'assessore designato Giuseppe Mattina, ha presentato il programma per i beni comuni e il diritto all'abitazione, che sarà curato da una Agenzia sociale per la casa. Sarà questa che avrà il compito di mettere in campo tutte le azioni previste, e in larghissima parte già finanziate.

"Vogliamo portare a regolarizzazione le migliaia di famiglie che oggi, anche per colpa di una legge nazionale che è necessario cambiare,
vivono in una condizione di incertezza normativa, spesso senza poter avere la residenza. Ma è chiaro che il Comune non può e non potrà tollerare che vi siano abusi di tipo edilizio che, come ricorda la cronaca della nostra città, non sono soltanto atti illegali ma costituiscono un gravissimo pericolo per il territorio e per la collettività."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento