rotate-mobile
Cronaca Brancaccio / Via San Ciro

Troppe persone in fila per la carta d'identità, arrivano carabinieri e vigili: rissa evitata a Brancaccio

Necessario l'intervento delle forze dell'ordine per riportare la calma fra i cittadini che stavano facendo il turno fisico con il classico foglietto appeso al portone della delegazione comunale di via San Ciro. Sotto accusa la scelta di togliere le prenotazioni pomeridiane e la carenza di personale: un solo addetto per le Cie

Attimi di tensione e rissa sfiorata questo pomeriggio fra i cittadini in fila davanti alla delegazione comunale di via San Ciro, a Brancaccio, per il rilascio o il rinnovo della carta d'identità.

E' stato necessario l'intervento della polizia municipale e dei carabinieri in assetto antisommossa, chiamati dagli impiegati del Comune, per riportare l'ordine fra le tante persone che da ore stavano facendo il turno fisico con il classico foglietto appeso al portone d'ingresso dell'ufficio. Le forze dell'ordine (sul posto 6 gazzelle dei carabinieri e 4 pattuglie dei vigili) sono state costrette anche a chiudere al transito delle auto via San Ciro fino a quando non si è ristabilita la calma.

Le gazzelle dei carabinieri e le pattuglie dei vigili intervenuti a Brancaccio

Gli animi si sarebbero surriscaldati proprio sul rispetto del turno. Con l'ultima operazione alle 17,15 e la chiusura della postazione decentrata alle 17,30 si è scatenata la bagarre fra chi temeva di non riuscire ad entrare per tempo in ufficio. Sotto accusa la scelta di togliere le prenotazioni nel pomeriggio, ma anche la carenza di personale addetto al rilascio delle Carte d'identità elettroniche (Cie). 

Alla postazione decentrata di Brancaccio, uno dei quartieri più popolosi dell'intera città, infatti c'è un solo impiegato che si occupa delle carte d'identità con il supporto della dirigente, che in teoria non dovrebbe stare allo sportello. Non è la prima volta che in via San Ciro accadono episodi come quello di oggi pomeriggio: lo denunciano il presidente della seconda circoscrizione Giuseppe Federico e il vice Giacomo Viscuso, che chiedono all'amministrazione comunale "interventi immediati".   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppe persone in fila per la carta d'identità, arrivano carabinieri e vigili: rissa evitata a Brancaccio

PalermoToday è in caricamento