Cronaca

Carovana dei Diritti al via: gli stranieri spiegano l'accoglienza agli studenti

Tanti gli appuntamenti in programma, da febbraio fino a maggio, che vedranno la partecipazione delle associazioni del territorio e di un istituto comprensivo per ognuna delle otto circoscrizioni. In campo anche l'Università: mapperà la povertà educativa della città

Il garante dell'Infanzia Pasquale D'andrea

Al via la seconda edizione della Carovana dei Diritti, voluta e diretta dal Garante per l’infanzia e l’adolescenza del Comune, Pasquale D’Andrea. Quest'anno i protagonisti saranno i minori stranieri non accompagnati e i tutori volontari che, attraverso storie e testimonianze, spiegheranno ai piccoli studenti palermitani l’accoglienza e l’integrazione nel territorio. 

Tanti gli appuntamenti in programma, da febbraio fino a maggio, nelle otto circoscrizioni che vedranno la partecipazione delle associazioni del territorio e di un istituto comprensivo per ogni circoscrizione. Gli alunni ma anche gli insegnanti e gli adulti conosceranno i diritti che riguardano i bambini e gli adolescenti e in particolare l’articolo 17 “la comunicazione” e l’articolo 31 “diritto al gioco e alla partecipazione alla vita culturale e artistica di contrasto con la povertà educativa”, contenuti nella convenzione Onu sui diritti dell'infanzia.

“L’appuntamento con la Carovana dei Diritti - dichiara Pasquale D’Andrea - si rinnova con tante novità. In questa seconda edizione, infatti, vedremo scendere in campo l’Università, che si occuperà di portare avanti, insieme a tanti professionisti, una ricerca completa del territorio attraverso un corposo questionario. Lo scopo è quello, non solo di ricavare una mappatura completa sulla povertà educativa della città, ma d’intervenire in maniera diretta lì dove è necessario, attraverso interventi trasversali e strutturati insieme alle istituzioni. Ecco infatti che prenderanno parte al progetto anche i presidenti delle otto circoscrizioni, che s’impegnano, laddove non sono stati istituiti, a creare i comitati educativi di circoscrizione”. 

Se da un lato dunque ci sono diverse novità dall’altro non cambiano gli attori principali della Carovana dei Diritti: i residenti delle otto circoscrizioni; le scuole, una per ogni circoscrizione; 300 insegnanti; 3 mila studenti; le associazioni di volontariato del territorio e la cittadinanza. Durante la Carovana dei Diritti si alterneranno momenti di animazione, dove verranno svolte attività ludico – didattiche con volontari e studenti dell’istituto Finocchiaro, che hanno preso parte all’alternanza scuola-lavoro, e assemblee, dove si discuterà in particolare dell’art. 17 e 31 attraverso attività esperienziali . Di fondamentale importanza saranno infine gli sportelli rivolti alle famiglie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carovana dei Diritti al via: gli stranieri spiegano l'accoglienza agli studenti

PalermoToday è in caricamento