Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Carola Rackete torna libera e Orlando rinnova l'invito: "La aspettiamo a Palermo"

Il gip di Agrigento Alessandra Vella non ha convalidato l'arresto del comandante della Sea Watch. Il ministro Salvini su tutte le furie, mentre il sindaco festeggia: "Se ne faccia una ragione la smetta di essere eversivo"

L'arrivo a Porto Empedocle del comandante della Sea Watch Carola Rackete a bordo della motovedetta della Guardia di Finanza foto Ansa Pasquale Claudio Montana Lupo

Carola Rackete, comandante della Sea Watch, è nuovamente libera. Il gip di Agrigento, Alessandra Vella, non ha convalidato l'arresto escludendo il reato di resistenza e violenza a nave da guerra. Secondo il giudice, il reato di resistenza a pubblico ufficiale sarebbe stato giustificato da una "scriminante" legata all'avere agito "all'adempimento di un dovere", quello di salvare vite umane in mare. E se Salvini non nasconde il suo disappunto c'è chi festeggia. Ancora una volta in contrapposizione con il ministro dell'Interno c'è il sindaco Leoluca Orlando. Il primo cittadino ha appreso della notizia della liberazione del comandante proprio mentre partecipava a una manifestazione in suo sostegno. "In Italia  - ha commentato - esiste ancora una giustizia indipendente. In Italia esiste ancora una Carta costituzionale che recepisce le convenzioni internazionali e rispetta i diritti umani di tutti e di ciascuno, Salvini se ne faccia una ragione la smetta di essere eversivo e la smetta di fornire una maschera disumana a un Governo che sta diventando impresentabile". 

Sea Watch, Carola Rackete torna libera: il gip non ha convalidato l'arresto

Nei giorni scorsi Orlando aveva deliberato anche il conferimento della cittadinanza onoraria a Sea Watch. Intenzione ribadita e invito rinnovato: "Aspettiamo Carola e tutto l'equipaggio di Sea Watch - ha aggiunto il sindaco - per consegnare la cittadinanza onoraria che ho già deliberato la settimana scorsa. Carola non è sola e migliaia e migliaia di palermitani testimoniano che Palermo è cambiata, non soltanto perchè restaura i monumenti, non soltanto perchè è diventata sicura, non soltanto perchè ha il wifi e il tram ma sopratutto perchè si è schierata dalla parte dei diritti contro aspiranti fascisti di ieri e di oggi".

"La solidarietà non si arresta", corteo per le vie del centro per Carola Rackete

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carola Rackete torna libera e Orlando rinnova l'invito: "La aspettiamo a Palermo"

PalermoToday è in caricamento