rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Caro voli, Osservatorio per il trasporto aereo: allo studio sconti per i viaggiatori-residenti

Al tavolo che riunisce anche i vertici dei sei aeroporti siciliani è approdata l'iniziativa del governo regionale consistente in un contributo da applicare a ogni tratta

Un contributo economico per i viaggiatori siciliani residenti nell'Isola e la costituzione di una Rete di aeroporti siciliani di cui farà parte anche la Regione. Queste alcune delle proposte sul tavolo dell'Osservatorio per il trasporto aereo, l’organismo voluto dal presidente della Regione per il monitoraggio del traffico aereo da e per la Sicilia, che si è riunito oggi per la seconda volta a Palazzo d’Orléans. 

Al tavolo dell'Osservatorio che riunisce, tra gli altri, i vertici dei sei aeroporti siciliani, Enac, Università di Palermo e Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti, è approdata l'iniziativa del governo regionale, illustrata dall'assessore alle Infrastrutture, di una modalità di sconto applicata unicamente ai viaggiatori residenti in Sicilia e consistente in un contributo economico regionale da applicare a ogni tratta, con l'obiettivo di attenuare l'impatto economico del caro-voli. Si tratterebbe di un'ipotesi di scontistica, ancora allo studio e da sperimentare, aperta ai siciliani residenti nell'Isola.

Inoltre, fra le proposte sul tavolo degli interlocutori, l'istituzione di un protocollo d'intesa fra la Regione e le società di gestione degli scali aeroportuali siciliani, che insieme contano 20 milioni di passeggeri, al fine di cooperare in un'ottica di sistema e sviluppo congiunto. Le linee di intervento della Rete di aeroporti della Sicilia riguarderanno l'intermodalità e i collegamenti fra aeroporti e territori regionali circostanti, la promozione della Sicilia intesa come offerta complessiva infrastrutturale, la creazione e l'emissione di card integrate ad uso dei turisti valide per tutti i tipi di trasporto dall'aeroporto di arrivo ai territori di permanenza turistica e viceversa e la gestione di eventi internazionali. Tra le finalità della Rete di aeroporti ci sarebbe anche la gestione integrata delle emergenze di Protezione civile con possibile ricaduta sugli scali regionali, l'ideazione di un brand e la condivisione di strategie commerciali, l'interscambio di buone pratiche e programmi di formazione congiunta, ma anche di professionalità e competenze, la realizzazione di gare congiunte per specifiche categorie merceologiche.

Nel corso del dibattito è stata sottolineata la necessità di portare avanti il percorso di riconoscimento della condizione di insularità e della continuità territoriale per assicurare i giusti benefici ai residenti nel sistema dei trasporti. Annunciata, infine, la richiesta fatta al ministero dei Trasporti per migliorare e incrementare i collegamenti ferroviari da e verso gli aeroporti siciliani. 

L'incontro segue l'ennesimo esposto all'Autorità garante per la concorrenza e il mercato a proposito del rincaro dei prezzi dei voli, in particolare da e per Roma e Milano, da parte del governo regionale e l’arrivo di un terzo vettore che collegherà la Sicilia col continente dal primo giugno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro voli, Osservatorio per il trasporto aereo: allo studio sconti per i viaggiatori-residenti

PalermoToday è in caricamento