Giovedì, 18 Luglio 2024
L'iniziativa / Malaspina / Via Antonio Vivaldi, 60

"Sparagnamo" contro il caro scuola, un mercatino dei libri usati al liceo Einstein

Aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12 anche agli studenti di altri istituti. "Per iscrivere un figlio al primo anno di superiori, una famiglia dovrà spendere mediamente circa 640 euro", aveva sottolineato Lillo Vizzini di Federconsumatori Palermo

Inizia oggi il mercatino del libro usato "Sparagnamo" organizzato dagli studenti del collettivo autonomo del liceo scientifico Albert Einstein, in via Vivaldi, ma aperto agli alunni di tutte le scuole. Da oggi e fino all'inizio delle lezioni, sarà possibile vendere i libri che non si usano più e acquistarne altri di seconda mano a prezzi bassi.   

Una soluzione al caro libri, che quest'anno ha colpito particolarmente le famiglie palermitane. Secondo Federconsumatori, infatti, si stima un rincaro del costo dei libri e del corredo scolastico che si aggira più o meno intorno al 6% per città e provincia. "Per iscrivere un figlio al primo anno del liceo, una famiglia dovrà spendere mediamente circa 640 euro - aveva sottolineato Lillo Vizzini di Federconsumatori Palermo -, ovvero oltre il 50% dello stipendio di una famiglia monoreddito".   

"È inaccettabile che ogni anno le nostre famiglie debbano spendere quasi un intero stipendio per mandarci a scuola - dichiara Simona Lo Monaco del coordinamento Studenti Palermitani -. È per questo che abbiamo deciso di organizzarci con il mercatino del libro usato per rispondere all’aumento del prezzo dei libri, che cresce sempre di più di anno in anno". 

Già dalle prime ora della mattinata si è registrata una grande affluenza di studenti e genitori, indice di quanto il problema del caro libri sia sentito e diffuso, spesso addirittura proibitivo. "Ogni anno i problemi che dobbiamo affrontare sono diversi: all’aumento del prezzo dei libri si aggiunge il fatto che le case editrici per lucrare ancora di più sulla vendita dei testi, cambiano le edizioni, anche se i contenuti restano pressoché invariati, costringendo le famiglie a comprare libri nuovi e ostacolando la vendita di libri usati", continua Elena Gippetto del collettivo Einstein Autonomo.   

"Il mercatino, oltre a essere un mezzo di risposta a un problema sociale, è anche un modo per stare insieme e fare comunità ancora prima che inizi la scuola - afferma Alessia Russo del Collettivo -. In più, rimettere in circolo libri usati e non gettarli è una soluzione sostenibile e una risposta concreta ai cambiamenti climatici che ci stanno investendo". Il mercatino sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sparagnamo" contro il caro scuola, un mercatino dei libri usati al liceo Einstein
PalermoToday è in caricamento