Cronaca

Palermo non dimentica Carmela Petrucci, Orlando: "Difendiamo i diritti delle donne"

Il primo cittadino ricorda la ragazza di appena 17 anni uccisa il 19 ottobre del 2012 in via Uditore, mentre tentava di difendere dall’ex fidanzato la sorella Lucia, rimasta ferita

Il 19 ottobre del 2012 in via Uditore perdeva la vita Carmela Petrucci, la studentessa del liceo Umberto di appena 17 anni morta per avere tentato di difendere dall’ex fidanzato la sorella Lucia (rimasta ferita ndr). Oggi il Sindaco ricorda Carmela. "Una delle tantissime vittime di femminicidio nel nostro Paese - dice - , un crimine ignobile e perverso, che va combattuto sia sotto l'aspetto dell'inasprimento dei procedimenti penali, con risposte tempestive, ove ancora possibile, ai fini della tutela preventiva della vittima, sia attraverso una più efficace lotta contro un certo tipo di retaggio culturale maschilista".

Per l'omicidio della 17enne e il ferimento della sorella, è stato condannato all'ergastolo Samuele Caruso. Il giovane voleva punire l'ex fidanzata, che l'aveva lasciato, e si presentò sotto casa per regolare i conti. La lite sfociò in tragedia.

"A Palermo - sottolinea Orlando - continuiamo ad operare, anche nel nome di Carmela, per affermare ancora una volta i diritti di tutte le donne, di tutte le ragazze e di tutte le bambine, contro ogni forma di violenza di genere". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo non dimentica Carmela Petrucci, Orlando: "Difendiamo i diritti delle donne"

PalermoToday è in caricamento