Cronaca

Carini, commerciante picchiato e minacciato: in manette padre e figlio

Per il figlio più piccolo, che ha 17 anni, è stato invece disposto il trasferimento in un centro per minori. Secondo la ricostruzione degli inquirenti i tre - nella notte del 16 dicembre - hanno aggredito un giovane commerciante nel settore ortofrutticolo

Gli arrestati

Padre e figlio arrestati e il figlio minorenne in comunità, tutti accusati di tentata rapina aggravata. Succede a Carini, dove i carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi di V.Z. 42 anni e del figlio G.V.,di 22 anni, mentre per il figlio più piccolo, che ha 17 anni, è stato disposto il trasferimento in un centro a Caltanissetta.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti i tre lo scorso 16 dicembre hanno aggredito un giovane commerciante nel settore ortofrutticolo che stava uscendo di casa per andare a lavoro. Intorno alla mezzanotte i tre, con il volto coperto, lo avrebbero avvicinato e minacciato con una pistola dicendogli di consegnare il denaro che aveva con sè. Al suo rifiuto, è scattata la "punizione" con calci e pugni. Poi la fuga. La vittima ha cercato di inseguire i suoi aggressori, che lo hanno picchiato e minacciato una seconda volta intimandogli di non denunciare l’accaduto. Il commerciante ha poi raccontato tutto ai carabinieri e sono scattate le indagini. I due maggiorenni si trovano adesso al carcere Pagliarelli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carini, commerciante picchiato e minacciato: in manette padre e figlio

PalermoToday è in caricamento