Ottiene il reddito di cittadinanza ma non dice che suo marito è in carcere, denunciata

La guardia di finanza di Carini ha accertato che il coniuge ha precedenti per spaccio, smaltimento e raccolta abusiva di rifiuti, furto ed evasione. E' stata sequestrata la card ed è stata avviata la procedura per la restituzione delle somme incassate pari a oltre seimila euro

Per avere il reddito di cittadinanza nasconde che il marito è in carcere ma, dopo otto mesi, viene scoperta e denunciata dalla guardia di finanza di Carini. Le fiamme gialle hanno accertato che il marito della donna "ha innumerevoli precedenti penali, tra cui spaccio di sostanze stupefacenti, smaltimento e raccolta abusiva di rifiuti, furto, evasione dagli arresti domiciliari" ed  è detenuto, dal mese di marzo del 2019, nel carcere Pagliarelli.

Dal momento che questa circostanza impedisce di avere accesso al sussidio, la donna è stata denunciata e la card è stata sequestrata.  Avviata anche la segnalazione all'Inps per la revoca del beneficio e il recupero coattivo della somma già indebitamente percepita, pari a 6.150 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Annientata la Cupola di Cosa nostra: arrivano 46 condanne, inflitti oltre 4 secoli di carcere

Torna su
PalermoToday è in caricamento