rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca Carini

Rifiuti infettivi intorno alle tombe Nel degrado il cimitero di Carini

Spazzatura a terra e sporcizia tra i viali. La preoccupazione del consigliere comunale Monteleone: "Sta diventando una vera e propria discarica". Allarme anche per la mancanza di sepolture

Fiori secchi, sporcizia tra i viali e rifiuti a rischio infettivo. Un cimitero che si distingue a stento da una discarica. Siamo a Carini, in via Aldo Moro dove “all'ingresso come biglietto da visita – scrive in una nota Giovì Monteleone, consigliere comunale del Partito Democratico - c'è un cumulo di immondizia  che da tempo giace abbandonato formando una vera e propria discarica. I loculi sono circondati anche loro dall'immondizia. C'è spazzatura a terra, nei viali. I cestini da mesi rimangono non svuotati e ricolmi di fiori secchi”. E poi ancora sfabbricidi e rifiuti speciali: “Quello che mi preoccupa maggiormente e che, invece, non preoccupa minimamente l'Amministrazione, - sostiene Monteleone - sono dei contenitori gialli, scoperchiati tanto da rendere visibili e pertanto alla portata di tutti, pezzi di legno provenienti da bare smantellate”.


Ben visibile all'esterno dei contenitori appare la scritta: "rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo". Anche Carini come a Palermo è in corso una fase acuta di emergenza sepolture. La camera mortuaria è piena di bare. “Non ci sono posti – ha dichiarato il sindaco Giuseppe Agrusa – per questo è stato necessario fare spazio alle nuove bare e avviare le procedure del caso. I contenitori gialli contengono i resti delle bare che verranno smantellati da una ditta ad hoc. Le ossa, invece, vengono sistemate nelle cassette ossario. Controlleremo da quanto tempo i fusti sono lì come avvieremo una verifica anche sullo stato di pulizia del cimitero”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti infettivi intorno alle tombe Nel degrado il cimitero di Carini

PalermoToday è in caricamento