Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Tragedia a Carini, crolla la porta di un campo di calcetto: muore dodicenne

L'incidente nella zona di via Aldo Moro, nel parco giochi comunale di contrada Sofia. Secondo una prima ricostruzione il ragazzino è rimasto schiacciato. Inutili i soccorsi del 118. Sul posto i carabinieri che hanno avviato le indagini. Il sindaco: "Oggi è una giornata terribile per la nostra comunità"

Tragedia a Carini dove un ragazzino di 12 anni, Gabriele Conigliaro, è morto per un incidente mentre giocava con alcuni amici in un campo di calcetto nella zona di via Aldo Moro, nel parco giochi comunale di contrada Sofia a Carini. La giovanissima vittima frequentava la scuola media Calderone e aveva da poco festeggiato l'ammissione alla terza classe

Secondo una prima ricostruzione una delle porte è crollata finendo sul ragazzino che è rimasto schiacciato. I compagni di gioco hanno subito dato l'allarme e sono intervenuti i sanitari del 118. Ogni tentativo di rianimarlo è risultato però vano. Sul posto anche i carabinieri che hanno avviato le indagini per ricostruire la dinamica. L'area è videosorvegliata e gli inquirenti hanno già acquisito e visionato le immagini.

Il fratello della vittima ha raggiunto il campo e dopo un po' ha registrato un video in diretta Facebook riprendendo il luogo in cui è avvenuta la tragedia. "Voglio farvi vedere come si muore a Carini, a 12 anni. Viene a giocare in un parco e gli cade una porta di ferro in testa. Mio fratello, sangue del mio sangue, non si può morire così. Non c'è niente da fare, è finita", ha detto con la voce spezzata dalle lacrime.

"Oggi è un giorno terribile per tutta la comunità. Una tragedia che ha sconvolto l’intera città di Carini e che lascia sgomenti e senza parole. Insieme a tutta la giunta - dice il sindaco Giovì Monteleone - ci stringiamo al dolore della famiglia. Ogni altra dichiarazione in questo momento è fuori luogo".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a Carini, crolla la porta di un campo di calcetto: muore dodicenne

PalermoToday è in caricamento