Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Carini

Bambino ferito da una fucilata, trasferito all'Ismett: condizioni gravi ma stabili

Il piccolo, che ha 4 anni, era in casa di alcuni familiari quando è stato raggiunto dai pallini di un fucile. A sparare è stato lo zio, che gli stava mostrando l'arma per "gioco"

Restano stazionarie le condizioni del bimbo di quattro anni gravemente ferito venerdì scorso a Carini. Il piccolo era in casa di alcuni familiari quando è stato raggiunto dai pallini di un fucile, che lo zio gli stava facendo vedere per "gioco".

Il bimbo, rimasto ferito all'addome, è stato immediatamente soccorso e trasportato all'ospedale di Villa Sofia a Palermo dove lo hanno operato d'urgenza. I medici sono intervenuti per sanare le profonde lesioni interne. L'operazione, pur ritenuta soddisfacente, non è però stata risolutiva perchè il trauma era grave ed esteso. Adesso il bambino è stato trasferito all'ismett  per una più approfondita valutazione epatica. Secondo quanto reso noto ha ancora dei pallini nel fegato, ma la situazione è stazionaria.

Intanto per l'accaduto è formalmente indagato il cugino della madre, G.R, accusato di "detenzione illegale di arma e lesioni gravi". Secondo la ricostruzioine degli inquirenti, il piccolo avrebbe chiesto allo zio di mostrargli l'arma che era appesa alla parete. L'uomo avrebbe così "imbracciato il fucile e puntato in direzione del minore, simulando lo sparo". A quel punto la tragedia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino ferito da una fucilata, trasferito all'Ismett: condizioni gravi ma stabili

PalermoToday è in caricamento