Medicinali gratis ai detenuti in difficoltà: al Pagliarelli nasce la farmacia solidale

Il progetto, curato dalle suore teatine di Villa Nave, varca per la prima volta i cancelli di un penitenziario. Il sottosegretario alla Salute Davide Faraone: "Spero si estenda anche alle altre strutture"

Il carcere Pagliarelli

Una farmacia solidale all'interno del carcere Pagliarelli distribuirà i medicinali gratuitamente ai detenuti in difficoltà economiche. La convenzione sarà siglata domani presso l'istituto Villa Nave.

Il progetto, curato dalle suore teatine di Villa Nave, varca per la prima volta i cancelli di un penitenziario. "L’iniziativa - si legge in una nota - nasce dalle criticità emerse durante la visita nelle carceri palermitane del sottosegretario alla Salute Davide Faraone, in occasione dello sciopero della fame dei detenuti organizzato dal Partito Radicale, dall’associazione 'Nessuno Tocchi Caino' e da Opera Radicale, lo scorso 23 marzo. Durante la visita al Pagliarelli, Faraone aveva registrato numerose criticità in ambito sanitario e in particolare la difficolta da parte del carcere di reperire farmaci, anche quelli di prima necessità per i detenuti". 

“E’ un piccolo grande passo in avanti - sottolinea Faraone, che domani sarà presente alla sottoscrizione dell'accordo - per quanto riguarda il diritto-dovere di cure ai detenuti e ringrazio l’Istituto Villa Nave e la direzione del Pagliarelli. Spero che questo progetto si estenda anche alle altre strutture penitenziarie, così da risolvere un cortocircuito con le aziende sanitarie e con gli assessorati alla Salute che determina spesso la difficoltà a reperire farmaci generici ma anche quelli salvavita”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Francesco Benigno in tv: "Mio padre mi legava con le catene, ho dormito dappertutto"

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento