Porta del crack a un parente detenuto al Pagliarelli, arrestato

La droga è stata sequestrata. Il tentativo è stato scoperto dagli agenti della polizia penitenziaria addetti al controllo: "E' reale e costante il pericolo che si tenti di introdurre sostanze stupefacenti in carcere"

Gli addetti al controlllo

Varca il portone del carcere per fare visita a un familiare e tenta di portargli della droga, ma viene scoperto e arrestato. Accade al Pagliarelli. Gli agenti della polizia penitenziaria addetti al controllo dei familiari in visita, coordinati dal dirigente aggiunto Giuseppe Rizzo, hanno trovato e sequestrato un grammo di crack. 

"L'ennesimo rinvenimento di stupefacente destinato a detenuti - si legge in una nota - evidenzia come sia reale e costante il serio pericolo che si tenti di introdurre illecitamente sostanze stupefacenti in carcere. La polizia penitenziaria porta avanti una battaglia silenziosa per evitare che si diffonda uno spaccio sempre più capillare e drammatico, visto anche l'alto numero di tossicodipendenti tra i detenuti e fa comprendere come I'attività di intelligence, di controllo e prevenzione dell'istituto penitenziario sia fondamentale".

 La misura dell'arresto è stata convalidata e sono stati disposti i domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento