Carabinieri, concerto di Natale con la Fanfara del dodicesimo battaglione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Presso il comando legione carabinieri Sicilia, nella chiesa di San Giacomo dei Militari, si è tenuto un concerto della fanfara dei carabinieri del 12^ battaglione Sicilia, diretta dal maestro maresciallo capo Paolo Mario Sena, che si è esibita con il noto tenore Pietro Ballo. Artista di lunga carriera, annovera esibizioni nei più importanti teatri e fondazioni lirico-sinfoniche d’Italia e del mondo. Un’ora di letizia dedicata alla musica: dalla classica più apprezzata, ai canti natalizi che ci accompagnano in queste festività.

Sempre all’interno del comando legione carabinieri Sicilia si è tenuto, per i più piccoli, una rappresentazione teatrale delle marionette dedicata ai figli dei carabinieri, a cura della compagnia opera dei Pupi Brigliadorodi Salvo Bumbello, del museo internazionale delle marionette “Antonio Pasqualino” di Palermo, diretto da Rosario Perricone.

Al termine, il comandante della legione Sicilia, generale di brigata Riccardo Galletta, dopo la consegna dei doni ai figli dei carabinieri, ha voluto precisare che si è trattato di un momento augurale d’incontro in famiglia; un’occasione colorata con le tinte vive e calde della musica perché, come scriveva Cicerone, “la vita senza musica è come un corpo senz’anima”. La musica suscita passioni, sentimenti, affetti e nostalgie. Allo stesso modo il carabiniere, quando è chiamato a operare, è un uomo che vive di passioni e di sentimenti.

Ha poi ringraziato sua eccellenza il prefetto di Palermo Antonella De Miro, le numerose autorità civili e militari presenti, la fanfara, il pianista Salvatore De Giorgi appuntato dei carabinieri in servizio presso il 9^ nucleo elicotteri di Palermo, l’apprezzatissimo maestro Pietro Ballo-definito carabiniere tra carabinieri, il tenore Giammarco Randazzo e il Ssoprano Elisa Barraco, formulando infine a tutti loro e ai carabinieri di ogni ordine e grado e alle famiglie gli auguri di un sereno Natale.

Torna su
PalermoToday è in caricamento