menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'inaugurazione dei locali

L'inaugurazione dei locali

"Una stanza tutta per sè", i carabinieri riservano uno spazio alle donne vittime di violenza

Si trova presso la stazione dell'Arma Palermo Oreto. Lo scopo è quello di creare un ambiente familiare e accogliente dove, senza remora alcuna, si possa facilitare il momento della denuncia

Taglio del nastro, presso la stazione Carabinieri di Palermo Oreto, per “Una Stanza tutta per sè”: uno spazio riservato alle donne vittime di violenza. L'inaugurazione è avvenuta alla presenza delle autorità cittadine militari e civili e con il patrocinio del Soroptmist International d’Italia - club di Palermo, associazione femminile promotrice del progetto. Presenti anche il comandante provinciale carabinieri, colonnello Antonio Di Stasio, e la presidente nazionale del Soroptimist International d’Italia, Leila Picco.

Grazie al protocollo d’intesa siglato con il comando generale dell’Arma dei carabinieri che ha istituito una rete per il monitoraggio del fenomeno della violenza di genere, l’associazione e il comando provinciale di Palermo hanno realizzato di concerto questo spazio. Simbolicamente si vuole rassicurare la vittima ricreando un ambiente familiare e accogliente dove, senza remora alcuna, si possa facilitare il momento della denuncia presso le forze dell’ordine. Si viole aiutare le donne a superare gli ostacoli emotivi e pratici che spesso inducono a tacere maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e atti persecutori (stalking).  A operare, poi, vi saranno carabinieri con un formazione specifica.

Il colonnello Di Stasio ha sottolineato come tale progetto" sia stato oggi felicemente esteso anche alla città di Palermo con la collaborazione dell’associazione Soroptmist International nel comune intento di accogliere le donne vittime di violenze e abusi che trovano il coraggio di sporgere denuncia e consentire così alle forze dell’ordine di perseguire gli autori di tali, disumani reati".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento