Cronaca

"Falsi rimborsi spese per 50 mila euro", arrestato carabiniere

Nei guai un appuntato dell'Arma delegato del Cocer in Sicilia, in servizio a Borgetto. Deve rispondere di truffa e falso. Avrebbe gonfiato i rimborsi e in alcuni casi attestato viaggi - per motivi sindacali - mai fatti

Foto archivio

Avrebbe gonfiato gli importi di alcuni rimborsi spese per trasferte a Roma, città in cui si recava spesso per impegni sindacali. È stato arrestato con le accuse di falso, falsità ideologica del pubblico ufficiale in atti pubblici e di truffa Alessandro Rumore, 47 anni, appuntato dei carabinieri delegato del Cocer (Comitato centrale di rappresentanza) in Sicilia, in servizio a Borgetto. Al militare dell'Arma sono stati concessi i domiciliari. Ad arrestarlo sono stati i suoi stessi colleghi del gruppo di Monreale. 

Secondo la Procura avrebbe gonfiato i rimborsi e in alcuni casi attestato viaggi mai fatti. La truffa, andata avanti per circa due anni, ammonterebbe a oltre 50 mila euro. Il militare avrebbe anche presentato delle ricevute firmate da un albergatore compiacente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Falsi rimborsi spese per 50 mila euro", arrestato carabiniere

PalermoToday è in caricamento