menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Max Gazzè sul palco al Politeama

Max Gazzè sul palco al Politeama

"Gara assegnata in modo illegittimo", il Tar condanna il Comune per il Capodanno 2014

Secondo i giudici amministrativi avrebbe dovuto esibirsi Vinicio Capossela per conto della Terzo Millennio e non Max Gazzè per l'associazione Levana. L'amministrazione cittadina dovrà risarcire la società esclusa

"L'assegnazione della festa di Capodanno 2014 in piazza avvenne in modo illegittimo". Lo ha stabilito il Tar, che ha condannato il Comune al risarcimento danni. A vincere la gara era stata l'associazione Levana, con una spesa di 128 mila euro. La Terzo Millennio aveva fatto ricorso dopo che il Comune aveva negato in parte l'accesso agli atti della gara negoziata. 

Oggi la decisione dei giudici amministrativi: quella sera avrebbe dovuto esibirsi l'artista Vinicio Capossela per conto della Terzo Millennio e non Max Gazzè per l'associazione Levana. La Terzo Millennio di Andrea Peria Giaconia, secondo i giudici amministrativi, era stata illegittimamente esclusa.

Prosegue intanto davanti alla terza sezione penale del tribunale il processo per l'ipotesi di reato di abuso d'ufficio per la stessa vicenda. Ai componenti della commissione che valutava le proposte, tra cui il dirigente Ferdinando Ania e il funzionario Salvatore Tallarita (entrambi indagati), viene contestato l’abuso d’ufficio in concorso. Manfredi Lombardo, dell'associazione Levana, invece, deve rispondere dell’accusa di falso perché avrebbe sostenuto di possedere il Durc, il documento unico di regolarità contributi senza il quale la Levana non avrebbe potuto partecipare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento