Cronaca Via Carrettieri

Capo, trovato magazzino con merce rubata: colpo alla "Diabolik"

Ricostruite le fasi del furto all'ottica Randazzo di Bagheria. Il ladro stacca l'allarme, cambia lucchetto alla saracinesca e la chiude, così da far credere ai vigilantes che si tratti di un falso allarme. Poi entra e fa razzia della merce

Via dei Carrettieri (foto Google street view)

Trovato magazzino al Capo con la refurtiva di un colpo ad un'ottica per un totale di 120 mila euro. La polizia ha fermato e denunciato due pregiudicati, di 44 e 45 anni, responsabili dei reati di ricettazione, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. I locali di via dei Carrettieri dove erano custoditi gli oggetti rubati, erano protetti da due persone ed un cane di razza rottweler. Una volta fatta irruzione, il cane, addestrato per le aggressioni, si è scagliato contro un agente ferendolo in maniera lieve. All'interno trovate anche alcune ricetrasmittenti sintonizzate sui canali della polizia.

Sono molti i furti registrati nell'ultimo periodo in negozi di rilievo nel panorama commerciale cittadino, e su questi indaga la polizia alla ricerca dei magazzini dove la merce rubata resta in giacenza prima di essere rimessa nel mercato. La ricostruzione fatta dagli investigatori ha permesso di scoprire le fasi organizzative del furto fatto ai danni dell'ottica Randazzo di Bagheria un paio di giorni fa: un colpo degno del miglior Diabolik. Secondo quanto riferito dalla polizia, il ladro interessato al colpo si reca durante la notte nel negozio prescelto. Una volta staccato il sensore dell'allarme, sostituisce il lucchetto rotto con uno nuovo, di cui ha le chiavi. Quindi l'arrivo della pattuglia dei vigilantes o delle forze dell'ordine, che possono solo constatare come la saracinesca sia abbassata, credendo dunque in un falso allarme.

Una volta andati via, il ladro può aprire comodamente il lucchetto, entrare nel negozio e fare razzia di tutta la merce presente, lavorando indisturbato. Il tutto grazie alla ricetrasmittente con la quale controllare l'eventuale arrivo delle forze dell'ordine. Queste le fasi del furto che ha permesso ai ladri di rubare circa 1.600 paia di occhiali dall'ottica. Nel magazzino, oltre all'apparecchio elettronico, sono stati trovati anche guanti e passamontagna. Un colpo ingegnoso, difficile per la polizia da scoprire: "Non più soltanto il classico furto con scasso, ma furto con scasso e sostituzione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capo, trovato magazzino con merce rubata: colpo alla "Diabolik"

PalermoToday è in caricamento