Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Palazzo Reale-Monte di pietà / Cortile II Sant'Agata alla Guilla, 16

Il Capo festeggia la Madonna dei Sette Dolori: un appuntamento imperdibile da oltre 100 anni

Un momento intenso di spiritualità popolare che stavolta è all’insegna del ricordo del beato padre Pino Puglisi e di fratel Biagio Conte

Da oltre cento anni è l’appuntamento da non perdere per il quartiere palermitano del Capo. Si tratta della Festa della Madonna dei Sette Dolori che torna puntuale nella seconda settimana di settembre. Un momento davvero intenso di spiritualità popolare che stavolta è all’insegna del ricordo del beato padre Pino Puglisi e di fratel Biagio Conte.

La festa si sviluppa su due versanti. Le funzioni liturgiche e religiose che prevedono una settimana di celebrazioni. Si inizia con il Settenario, fortemente partecipato dai fedeli (dall’11 al 15 settembre). Poi, il percorso della “Via Matris Dolorosae”, antica tradizione legata all’Ordine dei Servi di Maria, che si svolge il 15 settembre alle ore 21. E, infine, al culmine, domenica 17 settembre alle 17, la solenne processione con la suggestiva statua di Maria SS. dei Sette Dolori.

Un simulacro in legno dal volto carico di espressività e interamente ricoperto da un manto in velluto nero. Mantello che quest’anno è stato restaurato e farà bella mostra dei suoi fregi di Casa Savoia, ricordo della regina Elena che lo donò alla Madonna nel 1903. Altra novità di questa edizione, dal punto di vista liturgico, è l’intreccio fra la venerazione di Maria nel quartiere Capo e quella che si vive al santuario diocesano di Altavilla Milicia. Infatti, il quadro della Madonna Lauretana di Altavilla in questi giorni si trova in Cattedrale a Palermo, per il 400° anniversario del santuario, perciò la comunità altavillese renderà omaggio alla Madonna dei Sette Dolori all'inizio della processione di domenica 17 settembre.

L’altro versante della festa sono le iniziative di carattere culturale e aggregativo. Coinvolgeranno, tutti, dagli abitanti del quartiere ai moltissimi cittadini di Palermo e provincia che parteciperanno. Anche queste attività vengono organizzate dalla Confraternita della Madonna dei Sette dolori, in collaborazione con le associazioni culturali e di promozione sociale che operano nell’ambito del “Progetto Albergheria e Capo insieme”. Quest'anno, la festa avrà come tema la ricorrenza del 30° anniversario del martirio del beato padre Pino Puglisi e il ricordo di fratello Biagio Conte, missionario laico scomparso a gennaio. In particolare, giovedì 14 settembre, alle ore 17, nella piazza antistante la chiesa dei Santissimi 40 martiri alla Guilla, sul pavimento saranno realizzati due grandi ritratti di padre Pino e fratel Biagio che verranno inaugurati con giochi e animazioni curati dai ragazzi e dai giovanissimi dell’Azione Cattolica delle parrocchie S. Ippolito e S. Stanislao. Infine, sabato 16 settembre alle 21, nella stessa piazza, tante risate con il cabarettista palermitano Ivan Fiore.

Come sempre, l’intero quartiere respirerà la festa. Le sue strade brilleranno delle classiche luminarie artistiche, così come il suono dei tamburi annuncerà l’inizio dei festeggiamenti e la banda musicale si esibirà per le vie sabato e domenica mattina e nel pomeriggio accompagnerà la processione. Insomma, tutti gli ingredienti che rendono la festa del Capo una delle più popolari, suggestive e intense nel panorama religioso e culturale del capoluogo palermitano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Capo festeggia la Madonna dei Sette Dolori: un appuntamento imperdibile da oltre 100 anni
PalermoToday è in caricamento