Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Capaci, in casa un fucile a canne mozze e 140 piante di marijuana: arrestato

I carabinieri hanno scoperto che una parte dell’appartamento era stato adibito a serra per la coltivazione di cannabis con un sofisticato e costoso sistema di ventilazione, climatizzazione e illuminazione alogena, collegato abusivamente alla rete elettrica

La droga e le armi sequestrate

Armi con matricola abrasa e una piantagione di droga curata anche grazie a un costoso impianto per la ventilazione collegato, abusivamente, alla rete elettrica. E' quanto hanno trovato i carabinieri di Capaci in casa di S.V. di 24 anni.

I militari stavano effettuando un controllo, con l'aiuto dei tecnici Enel, nella casa presa in affitto dal giovane. Il forte odore di marijuana ha però fatto scattare ulteriori controlli. "Si è presentato uno scenario surreale - spiegano i carabinieri - una parte dell’appartamento era stato adibito a serra per la coltivazione di cannabis, circa 140 le piante sequestrate, attraverso un sofisticato e costosissimo sistema di ventilazione, climatizzazione e illuminazione alogena, collegato abusivamente alla rete elettrica. In casa, inoltre, erano presenti anche materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente, bilancini di precisione e diverse tipologie di fertilizzanti".

In uno stanzino c'era anche una doppietta a canne mozze e matricola abrasa con numerose munizioni di diverso calibro, detenute clandestinamente. L’arma è stata sottoposta a sequestro e verrà inviata al Ris di Messina per essere sottoposta agli accertamenti balistici e stabilire se è stata utilizzata per commettere qualche reato.

L’arrestato si trova al Pagliarelli con l'accusa di coltivazione e detenzione illecita di sostanza stupefacente, detenzione illecita di munizioni e di arma clandestina, furto di energia elettrica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capaci, in casa un fucile a canne mozze e 140 piante di marijuana: arrestato

PalermoToday è in caricamento