menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Capaci, bene confiscato alla mafia diventa stazione dei carabinieri

Aperta al pubblico la nuova sede dell'Arma. Si tratta di una villetta i cui spazi interni sono stati totalmente riconvertiti per la nuova destinazione d’uso. Oggi l'inaugurazione

Aperta al pubblico la nuova sede della stazione carabinieri di Capaci. L'inaugurazione è avvenuta questa mattina alle 10 alla presenza del generale di Brigata Rosario Castello, comandante della Legione carabinieri Sicilia, e del generale di Brigata Arturo Guarino, comandante provinciale di Palermo.

"La cerimonia, a cui hanno partecipato anche il sindaco di Capaci Pietro Puccio e il parroco don Pietro Macaluso, si è tenuta nel puntuale rispetto della vigente normativa anti contagio - spiegano dall'Ama -. Dopo un momento di raccoglimento in ricordo dei caduti, con esecuzione del “silenzio d’ordinanza”, c'è stata la consegna da parte del sindaco di Capaci delle bandiere italiana ed europea al comandante della stazione, e la successiva benedizione da parte del cappellano militare. Per la nuova sede di via del Carabiniere (al civico 43) che sostituisce la precedente di via Discesa Castello n.2, la scelta è ricaduta su un bene confiscato alla mafia, una villetta i cui spazi interni sono stati totalmente riconvertiti per la nuova destinazione d’uso". L’immobile era stato sequestrato e successivamente confiscato nel 2004.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento