menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Code e assembramenti all'ufficio postale di via Oreto

Code e assembramenti all'ufficio postale di via Oreto

Assembramenti davanti alle Poste: giorni "caldi" per chi deve rinnovare il Reddito di cittadinanza

Gli uffici sono letteralmente presi d'assalto, soprattutto da chi attende il rilascio del saldo e della giacenza media di conti correnti e libretti indispensabili per avere l'Isee e rinnovare i sussidi. L'invito agli utenti: "Effettuate allo sportello solo operazioni indifferibili"

Assembramenti, lunge file e caos. A dispetto della stagione invernale, sono giorni "caldi" per gli utenti di Poste Italiane. Gli uffici di Palermo e provincia sono letteralmente presi d'assalto, soprattutto da chi entro il 31 gennaio deve rinnovare il Reddito di cittadinanza e attende ancora il rilascio di saldo e giacenza media (al 31 dicembre 2019) dei conti correnti e libretti postali.

I certificati - come documentato da PalermoToday, che ha raccolto le segnalazioni di utenti e patronati - sono disponibili soltanto da venerdì scorso, dopo che per tanti giorni i percettori del Reddito di cittadinanza ne avevano chiesto il rilascio e invano avevano provato a scaricarli tramite internet. Saldo e giacenza media sono indispensabili per rinnovare l'Isee e quindi completare la pratica per continuare a beneficiare dei sussidi sociali (non solo il Reddito di cittadinanza).

E così per migliaia di persone il rinnovo dei sussidi è diventata una vera e propria corsa contro il tempo. Tanto che i consiglieri comunali Ottavio Zacco e Catia Meli (Sicilia Futura-Italia Viva) hanno chiesto al sindaco Leoluca Orlando, in qualità di presidente Anci Sicilia, di avanzare al governo nazionale la proposta "di prorogare la scadenza dell'Isee al 31 marzo 2021, come già accaduto con le esenzioni sanitarie e con la scadenza dei documenti personali". Un modo per evitare il caos e le lunge file di questi giorni, di fronte alle quali Poste Italiane allarga le braccia: "Nel prendere atto delle difficoltà legate agli assembramenti all’esterno degli uffici postali, in concomitanza in particolare con la scadenza per la presentazione delle istanze Isee, - si legge in una nota - ribadiamo l’invito rivolto in questo difficile periodo ad applicare comportamenti che tutelino la salute di tutti, clienti e lavoratori".

A tal fine, Poste italiane ricorda che certi servizi possono essere richiesti online "attraverso il sito poste.it e le app per i titolari di carte, conti e libretti e presso gli Atm Postamat. In particolare presso gli sportelli automatici si possono effettuare operazioni di prelievo di denaro contante, pagamento di bollettini di conto corrente premarcati, ricariche telefoniche e di carte Postepay, ma anche operazioni informative quali estratto conto, saldo e lista dei movimenti. Dal web si può attivare anche l'identità digitale Spid, sia per i clienti di Poste Italiane che per i possessori di carta d’identità elettronica o firma digitale". E' infatti attivo dai primi di gennaio il servizio di prenotazione online e whatsapp per il rilascio dello Spid (il sistema pubblico di identità digitale), strumento per accedere ad esempio al cashback. Per coloro i quali sia necessario il riconoscimento di persona, Poste ha comunque predisposto "un apposito turno, prenotabile via web per recarsi agli sportelli senza attese".

Le operazioni allo sportello possono essere prenotate gratuitamente tramite app o richiedendo il ticket elettronico con whatsapp. In quest'ultimo caso, basta memorizzare sul proprio smartphone il numero 3715003715. "Il cittadino - ricorda Poste Italiane - dovrà avviare una chat e un operatore virtuale risponderà proponendo, tra le varie opzioni, la prenotazione del ticket. Digitando poi il Comune, indirizzo e numero civico di riferimento, al cliente sarà proposto l'ufficio postale più vicino con l’indicazione del primo appuntamento disponibile per la prenotazione. In caso di accettazione verrà inviato un codice di prenotazione".

Prenotare il turno online è però una missione quasi impossibile. Non a caso a caso, Poste "alla luce delle difficoltà a reperire turni online disponibili tramite app per le altre operazioni a sportello a causa delle eccessive richieste" raccomanda ai clienti "di rivolgersi agli uffici postali per le sole operazioni necessarie e indifferibili".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento