Cronaca

Cantieri sull'A19, l'Anas: "Entro la settimana sarà completato tratto Villabate-Palermo"

L'ad Simonini risponde così al Presidente Musumeci che ha lamentato interventi troppo lenti. La fine dei lavori interesserà la carreggiata in direzione della città. Poi si procederà con l'altra carreggiata

Il cantiere lungo l'autostrada A19, tratto Villabate-Palermo, in direzione del capoluogo, sarà completato entro la prossima settimana. A quel punto partiranno i lavori sulla carreggiata in direzione Catania che avranno una durata non superiore ai 30 giorni. Così l’amministratore delegato di Anas Massimo Simonini risponde all'ultimatum lanciato dal presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci che ha intimato alla società di porre fine ai cantieri infiniti.

"Nessun cantiere tra quelli attualmente presenti lungo l’A19 comporta formazione di code - aggiunge l'ad - fatta eccezione per quello relativo al rifacimento della pavimentazione sul tratto Villabate-Palermo che, limitatamente a determinate fasce orarie crea disagi all’utenza. L’esecuzione di tali operazioni durante il giorno sarebbe è necessaria poiché le attuali basse temperature notturne comprometterebbero la qualità del conglomerato bituminoso drenante che Anas sta mettendo in opera".

Simonini annuncia poi nuovi lavori sull’autostrada Palermo-Mazara del Vallo: sarà rifatta la pavimentazione drenante tra il capoluogo e l’aeroporto di Punta Raisi in orario notturno a partire dal mese prossimo. "E’ opportuno evidenziare – sottolinea l’Ad di Anas – che i lavori svolti in orario notturno comportano un incremento dei costi pari a circa il 30% che si giustifica solo sui tratti stradali con un elevato volume di traffico giornaliero. Il tratto Villabate-Palermo ha i requisiti di traffico per il lavoro notturno ma, come detto, per motivi tecnici legati alle basse temperature è necessario il cantiere diurno".   

L'ultimatum di Musumeci ad Anas

L'autostrada Palermo-Catania è interessata da un piano di manutenzione programmata che prevede un investimento complessivo pari a circa 850 milioni di euro. Il piano prevede il risanamento strutturale di viadotti e gallerie, il rifacimento del piano viabile, l'installazione di nuove barriere di sicurezza laterali, la riqualificazione e implementazione degli impianti tecnologici e di illuminazione con tecnologia a Led.

"Alla fine del 2018 lungo l’A19 - fanno sapere dall'Anas - è stata stesa la nuova pavimentazione su circa 318 km dei 394,600 km complessivi (sommando l'estensione chilometrica di entrambe le carreggiate), sono state sostituite le barriere di sicurezza lungo 75 chilometri dei 313 previsti e il risanamento strutturale dei viadotti ha coperto 16 chilometri sui 113 totali". L’Ad di Anas conferma il massimo impegno da parte da parte dell’azienda a concludere nel più breve tempo possibile l’ammodernamento dell’autostrada A19 Palermo-Catania: "Nei prossimi mesi il numero di cantieri aperti, attualmente in numero di dieci, sarà ulteriormente incrementato ferma restando l’attenzione dell’azienda a ridurre il più possibile i disagi alla circolazione".

Infine l'azienda motiva i ritardi accumulati nel cantiere del viadotto Morello: "Sono dovuti alle difficoltà economiche dell'impresa esecutrice che hanno portato all'avvio della procedura di concordato, ma grazie al forte impegno di Anas la prossima settimana inizieranno le operazioni di collaudo ed entro la fine del mese di marzo è prevista l’apertura totale del tratto".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieri sull'A19, l'Anas: "Entro la settimana sarà completato tratto Villabate-Palermo"

PalermoToday è in caricamento