Canoni d'affitto alloggi Iacp, il caso: "Famiglie invitate a pagare malgrado il decreto della Regione"

Il Sunia, il sindacato unitario nazionale degli inquilini e degli assegnatari, chiede chiarezza: "La gente è disorientata"

La sede dello Iacp

Famiglie alle prese con i canoni d'affitto degli alloggi popolari Iacp. Devono pagare o non devono pagare l'affitto della propria casa  all'istituto?  “Da giorni gli inquilini assegnatari di case Iacp ci chiamano per avere dei chiarimenti,  dopo aver ricevuto dall'istituto la risposta il canone va pagato.  Di fatto – dichiara il segretario del Sunia Palermo Zaher Darwish – il governo regionale, a fine marzo, per l'emergenza Covid-19, tra le misure a sostegno delle famiglie, ha stanziato 27 milioni di euro. Questa somma, coperta con i fondi europei, avrebbe dovuto assicurare per sei mesi gli introiti agli istituti autonomi case popolari, sgravando così le famiglie dal canone di locazione. Ma sembra che non stia andando in questo modo. Chiediamo urgentemente chiarezza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Fermo restando che questo  provvedimento stabilisce di fatto una disparità tra assegnatari di case popolari Iacp e assegnatari di case popolari comunali, che  non hanno accesso a questa forma di sostegno. Malgrado ciò, senza la sua attuazione   – aggiunge Zaher Darwish – si rischiano di vanificare le pur poche iniziative che potevano dare sollievo alle famiglie già  in grave difficoltà economica e più esposte alle ripercussioni della crisi. Se i fondi Poc non sono immediatamente disponibili, questo può mettere a rischio la stabilità economica delle persone e anche dell'Istituto. Chiediamo pertanto che venga fatta chiarezza, in modo che gli istituti possano dare informazione precise e corrette agli inquilini e la Regione possa intervenire immediatamente per garantire la solidità agli istituti e l'applicazione del decreto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia ci sono altri 77 casi: positiva un'infermiera all'Ingrassia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento