Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Messina replica agli animalisti: “Macché negligenti, facciamo tanto per i cani”

Il comandante della polizia municipale respinge le accuse lanciate dopo un mancato intervento per un cane ferito. "Strutture comunali in quarantena, non posso firmare debiti fuori bilancio". L'assessore Raimondo assicura: "Presto accordo col canile di Casteldaccia"

“I vigili di Palermo amano gli animali, i vigili di Palermo fanno tanto per loro. Non ci sto che ci si faccia passare per insensibili”. Secca la replica del comandante della polizia municipale, Vincenzo Messina, al partito animalista europeo che ieri attraverso una nota aveva accusato di negligenza i vigili per non essere intervenuti in soccorso di un cane ferito all’interno di un condominio privato. (LEGGI ARTICOLO)

“Noi siamo obbligati ad avvalerci di strutture comunali – spiega Messina a PalermoToday -, strutture che al momento sono in quarantena per via della tosse canina. E non abbiamo la titolarità per ricoverare i cani in strutture non convenzionate e firmare così un debito fuori bilancio. Si tratta di un problema che deve risolvere l’amministrazione comunale, che al momento si trova in grave difficoltà su questo fronte”.

Per questo il comandante ha chiesto urgentemente, “con una nota scritta”, un incontro con i responsabili del canile per cercare di trovare una soluzione. “Sì perché io amo i cani – continua Messina – e non ci sto a passare per uno che è insensibile e menefreghista nei confronti di animali feriti o abbandonati. Più volte la nostra unità cinofila è intervenuta nei confronti di soggetti che maltrattavano gli animali segnalandone gli abusi all’autorità giudiziaria”.

Alle parole del comandante fanno eco quelle dell’assessore Francesco Raimondo. “Come assessorato - ha assicurato l’assessore al Verde - ci stiamo occupando di definire un accordo con il canile di Casteldaccia che potrà ospitare circa 200 cani. Nei prossimi giorni mi occuperò di parlare con gli uffici dell’assessorato al Bilancio per capire la disponibilità delle risorse per garantire il costo”. Ogni cane costerà circa 3 euro al giorno. “Per assicurare il servizio – ha spiegato Raimondo – ci vorranno 40 mila euro per due mesi. Intanto proprio oggi ho autorizzato Maurizio Pedicone, responsabile del canile, a stabilire tutti contatti formali per potere arrivare a una stipula di rapporto convenzionato con Casteldaccia nel più breve tempo possibile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messina replica agli animalisti: “Macché negligenti, facciamo tanto per i cani”

PalermoToday è in caricamento