Conferenza su crimine organizzato Cancellieri e Manganelli a Palermo

Il ministro dell'Interno e il Capo della polizia interverranno a Palazzo dei Normanni. Seguirà la cerimonia di inaugurazione, al complesso Santa Elisabetta, della Sezione Criminalità Organizzata nei nuovi locali della Questura

Il ministro Annamaria Cancellieri a Corleone per i funerali di Placido Rizzotto @Tm News-Infophoto

Il ministro dell'Interno, Annamaria Cancellieri, accompagnata dal Capo della polizia, Antonio Manganelli, interverrà a Palazzo dei Normanni, sede dell'Assemblea Regionale Siciliana, alla terza riunione della Conferenza sul "Digesto dei casi di criminalità organizzata transnazionale". Presente anche il presidente del Senato Renato Schifani (guarda il video). Seguirà la presentazione del "Progetto integrato di georeferenziazione dei reati" e la cerimonia di inaugurazione, presso il complesso Santa Elisabetta, della Sezione Criminalità Organizzata nei nuovi locali della squadra mobile della Questura.

Ieri invece il Ministro ha incontrato gli amministratori locali per le giornate organizzate da ItaliaDecide. "Al Nord – ha detto la Cancellieri - le mafie non hanno il controllo dei territori, ma il rischio è che queste aree possano diventare appetibili per chi vuole investire denaro frutto di proventi illeciti". Il ministro ha sottolineato che bisogna tenere sotto controllo il sistema degli appalti. Come? "Maggiore trasparenza in gare e forme legalità anche rigide".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ministro ha parlato anche della cattura dell’attentatore di Brindisi. “Chiedete ai magistrati, l'importante – ha affermato - è che abbiano preso quello che ha materialmente compiuto il fatto. Sicuramente l'eccellente magistratura che sta lavorando darà la verità completa". Ma anche del terremoto che ha colpito l’Emilia. “Io non credo che sia stato un allarme eccessivo – ha detto -  l'importante è spiegare bene la validità del testo scientifico. La gente deve sapere che non si può prevedere il terremoto ma i cittadini devono essere informati su tutto. E stato un atto di grande di trasparenza. C'é stato un documento molto serio fatto dalla commissione Grandi rischi ed è giusto che la cittadinanza lo sapesse - ha concluso la Cancellieri - poi è giusto che la cittadinanza sappia anche che i terremoti non si possono prevedere. E' un documento scientifico che fa una serie di studi sul territorio".



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Tragico incidente in via Roma, scontro auto-moto: un morto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento