Campofelice di Roccella, sequestrate due cisterne e 4.500 litri di gasolio

Operazione della guardia di finanza, nell'ambito di un'attività di contrasto alle frodi nel settore dei carburanti. Denunciato un uomo, ritenuto responsabile per le violazioni delle norme sulla sicurezza antincendio

I finanzieri in azione

Operazione della guardia di finanza a Campofelice di Roccella: sequestrate due cisterne e 4.500 litri di gasolio agricolo. In azione gli uomini del comando provinciale di Palermo, nell’ambito di un’attività di contrasto alle frodi nel settore dei carburanti. Denunciato un uomo, ritenuto responsabile per le violazioni delle norme sulla sicurezza antincendio.

In particolare le fiamme gialle della Tenenza di Cefalù, con l’ausilio dei militari in forza al Gruppo di Termini Imerese, durante quella che sembrava una normale attività di controllo economico del territorio, hanno proceduto al controllo di una azienda operante nel settore della produzione e vendita di piante e fiori, a Campofelice di Roccella.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nel corso del controllo - dicono dalla guardia di finanza - sono state individuate due cisterne (una metallica avente capacità di 9 mila litri e un’altra in materiale plastico - polivinilcloruro - di mille litri) contenenti complessivamente oltre 4.500 litri di gasolio denaturato, nonché una pistola erogatrice e un contalitri, installati nonostante l’azienda fosse priva del certificato di prevenzione incendi rilasciato dal Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Per questo motivo i militari hanno proceduto a sottoporre a sequestro penale le cisterne e il gasolio e a deferire il legale rappresentante dell’impresa alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese per violazione delle norme sulla sicurezza dei prodotti infiammabili, incendiabili o esplodenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento