Frane e fango sulla provinciale, strada chiusa: Campofelice di Fitalia di nuovo isolato

L'arteria, unica via di fuga in caso di calamità varie, collega il paese a Palermo passando per Mezzojuso. Il sindaco Pietro Aldegheri: "Comunità in trappola ma restano nei cassetti 3 milioni e 600 mila euro"

La strada provinciale 55

Frane e fango sulla provinciale 55 dopo il maltempo. La strada è stata chiusa al transito e Campofelice di Fitalia torna ad essere isolato. "Per non rimanere completamente intrappolati - spiega il sindaco Pietro Aldegheri in una nota - è possibile usare un'altra strada secondaria, la intercomunale 30, ormai a pezzi, dissestata, franata in vari punti, strapiena di avvallamenti, poco più che una trazzera, che collega Campofelice con lo scorrimento veloce Palermo Agrigento. Tutto può dirsi tranne che sia una vera strada. Un tratto che può essere percorso a circa 20 km l'ora sfasciando mezza auto e pregando che l'asfalto non sia apra improvvisamente al passaggio dell'auto".

La Sp 55 è considerata dalla Protezione civile regionale una via di fuga in caso di calamità varie. "Da due anni - tuona il primo cittadino - rappresento con insistenza questa grave situazione a tutti gli organi competenti senza che sino ad ora siano stati realizzati interventi risolutivi. Nonostante da tempo sono fermi nei cassetti della burocrazia 3 milioni e 600 mila euro per ammodernare entrambe le strade. Sono disponibili, finanziamenti che provengono dal Patto per il Sud, 2 milioni e mezzo di euro per la Sp 55, quella che adesso è stata chiusa, ed un milione e 100 mila euro per la intercomunale 30. Questi soldi non si spendono ed i cantieri non vengono aperti perché la Città metropolitana dice di non avere personale e risorse per effettuare la progettazione esecutiva propedeutica alla gara di appalto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei giorni scorsi il sindaco era tornato alla carica chiedendo un tavolo tecnico alla Prefettura per rappresentare la grave situazione della viabilità ed i pericoli che correva l’intera collettività. La Prefettura ha convocato una prima riunione lo scorso 2 ottobre con tutti i soggetti coinvolti, ma a questo incontro si è presentato solo il sindaco e la riunione è stata rinviata al 16 ottobre. Questa seconda riunione si è tenuta ed è stata aggiornata a ieri, ma è stata rinviata a domani mattina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, frenata dei contagi in Sicilia: +91 rispetto a ieri, salgono a 13 i morti

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Un altro caso di Coronavirus fa tremare Comdata, donna positiva: "Ora la situazione è grave"

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, in Sicilia già venti morti: salgono a 846 i contagiati, 125 più di ieri

  • Incidente in via Basile, investito da un automobilista che scappa: morto 57enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento