Cronaca

Campo nomadi, la ruspa non perdona: demolite e rimosse altre 4 baracche

Proseguono gli interventi di dismissione e messa in sicurezza dell'area. In azione le maestranze del Coime. Eliminati definitivamente anche diversi cavi volanti: "Erano pericolosi per i pochi abitanti che sono rimasti"

Proseguono gli interventi di dismissione e messa in sicurezza dell'area del Campo Rom della Favorita. Lo rende noto il Comune. "Nella prospettiva di una graduale e completa riqualificazione dell'area, ieri pomeriggio sono state demolite e rimosse altre quattro baracche, dopo le tre sgombrate nei giorni scorsi - spiega il Comune -. Gli interventi sono stati programmati di concerto con l'assessorato alla Cittadinanza solidale dal comando di polizia municipale, impegnati da mesi nella esecuzione delle operazioni. Al campo nomadi gli interventi sono stati coordinati dal commissario Francesco Adelfio con il coinvolgimento delle maestranze del Coime che sono intervenute con una ruspa".

"Le operazioni si svolgono sotto la supervisione del comandante Gabriele Marchese, custode giudiziario dell'area, che sottolinea l'importanza di procedere alla immediata demolizione delle baracche, via via che queste vengono liberate, al fine di ripristinare una condizione di sicurezza complessiva - si legge in una nota -. In questi giorni sono anche terminati gli interventi di messa in sicurezza dell'impianto elettrico dell'area, che costituiva fonte di pericolo per i pochi cittadini che ancora vivono nel campo, con la rimozione di diversi cavi volanti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campo nomadi, la ruspa non perdona: demolite e rimosse altre 4 baracche

PalermoToday è in caricamento