Collegio universitario "Camplus", via ai lavori: posti letto, palestra e auditorium

I lavori per la costruzione della residenza accademica di via Benedettini dureranno circa 2 anni. Costo complessivo dell'opera: 21 milioni di euro. Previsti spazi aperti per tutta la cittadinanza, come aule studio e sale multimediali

Albergheria, il rendering del progetto della residenza universitaria

Posata ieri la prima pietra del collegio universitario "Camplus", facente parte di una rete di residenze accademiche gestite dal Ceur, fondazione privata bolognese che ha già realizzato strutture analoghe a Milano, Roma, Bologna, Torino e Catania a supporto degli studenti. I lavori, coordinati dall'architetto Salvatore Contrafatto dureranno circa due anni con un costo di circa 21 milioni di euro, in parte stanziati dal ministero dei Beni Culturali, e permetteranno di restituire alla città la struttura dell'ex carcere di via dei Benedettini, all'Alberghiera.

"La presenza della città di Palermo nella rete Camplus - ha spiegato Leoluca Orlando - è al tempo stesso un intervento di riqualificazione urbanistica dell'edilizia del centro storico, una opportunità per il mondo universitario, una opportunità per il quartiere e la cittadinanza: elementi che non possono che farci esprimere apprezzamento per questa iniziativa e per i lavori che partono oggi". Il campus - si legge in una nota - oltre ad ospitare 110 posti letto in camere singole e doppie, accoglierà al proprio interno diverse strutture per la cultura e la socializzazione, aperti alla città. In particolare saranno presenti aule studio e sale multimediali oltre ad un auditorium, una palestra, un'emeroteca, una mensa per studenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Formare i giovani - ha detto l'assessore Agata Bazzi -  non significa certamente soltanto trasmettere delle nozioni, ma anche dar loro opportunità per sperimentare e vivere nel quotidiano il confronto, la socializzazione, la possibilità di relazioni umane e culturali al di fuori del nucleo familiare. Il collegio Camplus, con la sua struttura ispirata al modello anglosassone si prefigge questo obiettivo. Siamo molto orgogliosi che la città di Palermo sia parte integrante del progetto, oltre che ovviamente contenti di un intervento che contribuirà alla riqualificazione di questa parte del centro storico". Alla cerimonia erano presenti tra gli altri il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore al Territorio Agata Bazzi, monsignor Carmelo Cuttitta che ha officiato la cerimonia di benedizione d’inizio lavori e Alida Lo Coco, docente di psicologia dell'educazione all’Università di Palermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, coinvolto il cantante De Martino: morto un sessantenne

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Condannato a 5 anni il questore di Palermo: "Caso Shalabayeva, fu sequestro di persona"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento